Fai ciò che ami: l'astrofisico di Hubble


Fai ciò che ami: l'astrofisico di Hubble

Hai mai sognato di trovare un modo per fare ciò che ami per vivere? Nella mia colonna "Do What You Love", chiedo alle persone che l'hanno fatto di raccontarmi i loro segreti. Spero che ti ispirino a fare lo stesso.

Mario Livio è nato in Romania, è cresciuto in Israele e dal 1991 è stato astrofisico presso lo Space Telescope Science Institute (STScI) di Baltimora. L'istituto conduce il programma scientifico dell'Hubble Space Telescope e dirigerà il programma scientifico del James Webb Space Telescope, che sarà lanciato nel 2018.

Livio è anche un fanatico dell'arte che possiede molte centinaia di libri sull'arte e che cerca di fondere scienza e arte nella sua scrittura e nelle sue lezioni.

Livio dice a MobbyBusiness in un'intervista via email come ha trovato un modo per fare ciò che ama per vivere e come puoi.

MobbyBusiness: Spiega quello che fai per vivere.

Mario Livio: Sono un astrofisico presso lo Space Telescope Science Institute (che gestisce il programma scientifico del Telescopio Spaziale Hubble). Sono anche l'autore di cinque famosi libri di scienze. Il mio ultimo libro, "Brilliant Blunders," (Simon & Schuster) uscirà il 14 maggio 2013. Scrivo un blog regolare, "A Curious Mind."

MB: Come sei finito a fare questo

ML: Ho studiato matematica e fisica per il mio studente, ho conseguito un master in fisica teorica delle particelle e un dottorato di ricerca. in astrofisica teorica. Ero un professore di fisica per circa 10 anni. Dopo il lancio di Hubble, mi è stata offerta una posizione presso lo Space Telescope Science Institute, una posizione che ho ritenuto di non poter rifiutare. Ho sempre tenuto molti discorsi popolari in astrofisica, così a un certo punto ho deciso di scrivere un libro di divulgazione popolare. Seguirono altri quattro libri. Il blog rappresenta una combinazione delle mie passioni per la scienza e per l'arte.

MB: Qual è stata la decisione cruciale che hai preso che ti ha portato a questo posto nella vita?

ML: La decisione cruciale potrebbe è stato di lasciare la posizione di professore al Technion-Israel Institute of Technology e di trasferirsi negli Stati Uniti, allo Space Telescope. Questo accadde nel 1991. Fu chiaro dopo il lancio di Hubble, che se sei in astrofisica, questo è un posto centrale in cui stare.

MB: Che cosa volevi essere quando sei cresciuto?

ML: Mi è sempre piaciuta la matematica, ed ero sempre curioso delle teorie dell'universo e il suo funzionamento. Sono sempre stato interessato alle origini: come è nato l'universo? Come si è formato il nostro sistema solare? Com'è iniziata la vita? Quindi, sapevo di voler diventare uno scienziato.

MB: Perché ami il tuo lavoro?

ML: Ho uno dei migliori lavori che si possa avere: mi viene da pensare sull'universo! Sono anche molto appassionato di incoraggiare i giovani ad essere curiosi e a seguire i loro sogni. Nei miei libri popolari, cerco di dimostrare che la vera scienza è più affascinante di qualsiasi fantascienza. Combinando il mio amore per la scienza con l'arte, cerco anche di dimostrare che la scienza e l'arte sono intrecciate come parte della cultura umana.

MB: Qual è il più grande malinteso sul tuo lavoro?

ML: Alcuni la gente pensa che la scienza sia fatta da alcuni "scienziati pazzi" che sono generalmente persone noiose, senza alcun interesse in altre discipline. Nei miei libri popolari, articoli sul blog, discorsi e post su Facebook, cerco di dissipare questi miti.

MB: Se non hai fatto il tuo lavoro, di chi ti piacerebbe avere il lavoro e perché?

ML: Sarebbe stato bello se avessi davvero dei talenti come artista, ma dal momento che non lo faccio, non c'è altro lavoro che preferirei fare.

MB: Pensi di avere un lavoro che ami ti ha reso una persona migliore in altri settori della tua vita?

M.L.: Non sono sicuro di una "persona migliore", ma non c'è dubbio che avere un lavoro che ami è fondamentale. Dopotutto, passiamo la maggior parte delle ore di veglia al lavoro.

MB: Qual è il tuo miglior consiglio per le altre persone che stanno cercando di perseguire i loro sogni di carriera?

ML: Il miglior consiglio che posso dare è: segui i tuoi sogni. Se non riesci a trovare esattamente il lavoro che volevi, ci sono due cose da ricordare. È possibile che tu possa trovare quel lavoro da sogno in una fase successiva. Cerca di identificare quali erano le qualità che identificano il tuo "lavoro dei sogni" e poi fai del tuo meglio per incorporare quelle qualità nel lavoro che hai trovato.

MB: Qual è la tua idea del pensionamento perfetto?

ML: Finché qualcuno ama ancora quello che sta facendo e può essere ancora produttivo, non vedo alcun motivo per ritirarsi. Una volta che qualcuno non può più davvero lavorare, spero che possa fare ancora qualcosa che ami davvero. Questo non vuol dire che le persone che vogliono andare in pensione non dovrebbero farlo. Ho visto molti pensionati felici, che ascoltano molte conferenze (e persino studiano per il credito) o viaggiano molto.

Jeanette Mulvey scrive di affari da più di 20 anni. Conosci qualcuno che ama quello che fanno? Tweet @ jeanettebnd con l'hashtag #dowhatyoulove.


Reclutamento mobile: 3 modi per farlo funzionare per la tua azienda

Reclutamento mobile: 3 modi per farlo funzionare per la tua azienda

Nel mercato del lavoro moderno, i candidati si aspettano di essere in grado di cercare, visualizzare e applicare ai lavori direttamente dai loro smartphone. Di conseguenza, il reclutamento mobile è diventato un tema caldo tra le aziende, in particolare quelle che stanno appena iniziando a intensificare i propri sforzi di assunzione.

(Attività commerciale)

Istantanea per le piccole imprese: il negozio di sandwich di Capriotti

Istantanea per le piccole imprese: il negozio di sandwich di Capriotti

La nostra serie di scatti aziendali di piccole imprese presenta foto che rappresentano, in una sola immagine, le attività commerciali di piccole dimensioni. Ashley Morris, CEO di Capriotti's Sandwich Shop , Inc., spiega come questa immagine rappresenti la sua attività. Fondata nel 1976, Capriotti è una paninoteca pluripremiata che rimane fedele alla loro tradizione di 40 anni di tostatura lenta, tutti i tacchini naturali in casa ogni giorno per i loro sottotitoli.

(Attività commerciale)