Aziende che acquistano più assicurazione contro gli attacchi informatici


Aziende che acquistano più assicurazione contro gli attacchi informatici

Le aziende sono diventare più intelligenti nel proteggere se stessi dagli attacchi informatici. Una nuova ricerca ha rilevato che il numero di aziende che acquistano la cyberisurance è aumentato di 33 punti percentuali rispetto allo scorso anno.

Diverse industrie stanno guidando questa crescita. Le aziende professionali, commerciali, legali, contabili e di servizi personali sono cresciute di 76 punti percentuali nel 2012. Anche le aziende del settore dell'istruzione si sono protette aumentando gli acquisti di cyberinsurance di 72 punti percentuali, mentre le istituzioni finanziarie sono aumentate di 32 punti percentuali.

Le piccole imprese sono meno probabile che le grandi aziende siano vittima di crimini informatici e di conseguenza pagano meno per la cyberescursione.

"La consapevolezza dei rischi di cyber e privacy continua a crescere, specialmente sulla scia di una serie di violazioni dei dati altamente visibili, attacchi di hacking, contenzioso e maggiore attenzione del governo sulla sicurezza informatica ", ha dichiarato Bob Parisi, responsabile della sicurezza della rete e della privacy per Marsh, che ha condotto la ricerca. "Di conseguenza, le aziende stanno ora cercando di gestire i loro rischi informatici quotidiani nello stesso modo in cui fanno i rischi più tradizionali - attraverso l'acquisto di assicurazioni".

Il limite medio di cyberinsurance acquistato in tutti i settori nel 2012 è stato $ 16,8 milioni, in aumento di 20 punti percentuali dal 2011. Tuttavia, le società di comunicazione, media e tecnologia erano outlier con limiti di $ 33,4 milioni, in aumento di oltre 35 punti percentuali rispetto al 2011.

La ricerca si basava sulle vendite di cyberinsurance da Marsh, che è un leader nella gestione del rischio che offre la cibersicurezza.

Email David Mielach o seguilo @ D_M89 . Seguici @ bndarticles , Facebook o Google+ .


I marketer non vedono il ROI dei social media

I marketer non vedono il ROI dei social media

Nonostante il continuo investimento nei social media, la maggior parte delle aziende non vede il suo valore, nuove ricerche mostrano. Uno studio condotto dalla professoressa della Duke University, Christine Moorman, ha rivelato che solo il 14% dei Chief Marketing Officer (CMO) ha trovato un quantitativo impatto sulle loro spese di marketing sui social media, mentre quasi la metà non è stata in grado di dimostrare che le attività dei social media della loro azienda hanno fatto la differenza.

(Generale)

50+ Franchising per ogni budget

50+ Franchising per ogni budget

L'apertura di un franchising è una grande opzione per qualsiasi aspirante imprenditore che vuole possedere un'attività commerciale, ma ha anche riconoscimento e supporto per il marchio. Mentre alcuni bene i franchise conosciuti sono notoriamente costosi, possedere un franchising di successo non deve costare milioni - alcuni costano solo un paio di migliaia di dollari.

(Generale)