La tecnologia è la radice dell'infelicità dei dipendenti


La tecnologia è la radice dell'infelicità dei dipendenti

Se hai notato che molti dei tuoi dipendenti non sono entusiasti del lavoro e ultimamente hanno sottoperformato, è molto probabile che tu abbia un team infelice tra le mani.

Quando hai a che fare con un morale basso, è importante arrivare alla radice dei problemi e affrontarli in modo che i tuoi dipendenti possano essere più felici e più produttivi. Teem, fornitore di strumenti per riunioni e analisi basati su cloud, ha recentemente pubblicato il rapporto Employee Happiness, che ha rivelato che, nonostante i vantaggi della tecnologia sul posto di lavoro, è anche alla base di molti problemi dei lavoratori moderni.

"Nuove tecnologie stanno rapidamente rivedendo tutto su come lavoriamo, le aziende devono rimanere flessibili per tenere il passo ", ha affermato Shaun Ritchie, CEO e co-fondatore di Teem. "I nostri dati ... mostrano il valore di avere equipaggiamento, linee guida e addestramento adeguati per evitare il burnout."

Ecco alcuni dei principali motivi tecnici per cui i dipendenti di oggi non sono felici e cosa si può fare per risolverli.

I dipendenti tendono a sentirsi bruciati se avvertono una mancanza di apprezzamento da parte dei loro dirigenti o se hanno uno scarso equilibrio tra vita professionale e vita privata. In particolare, i dipendenti millenari si sentono meno soddisfatti a causa della scarsa conciliazione tra lavoro e vita privata e mancanza di riconoscimento per un lavoro ben fatto, secondo il rapporto.

Quasi la metà degli intervistati ha dichiarato che gli strumenti di comunicazione di oggi li obbligano a rispondere ai colleghi indipendentemente da dove o quando ricevono messaggi. Molti dipendenti si sentono come se dovessero sempre essere "on", sia che ciò significhi essere sempre vicino ai loro telefoni o computer per rispondere a chiamate ed e-mail, o essere sempre in ufficio per rispondere a un collega. Tutte le generazioni intervistate hanno convenuto che questo è il loro aspetto meno favorito del posto di lavoro moderno e che alla fine riduce la felicità e porta al burnout.

L'automazione è in aumento sul posto di lavoro, e alcuni lavoratori sono meno entusiasta di questo rispetto ad altri. La maggior parte dei millennial è cresciuta con la tecnologia, quindi non dovrebbe sorprendere che più membri di quella generazione siano entusiasti della possibilità che le soluzioni alimentate con intelligenza artificiale entrino nel luogo di lavoro dei boomers (58% contro 33%).

giù alcune tecnologie emergenti che entrano nel mondo del lavoro, affermando che sia i millennial che i boomers supportano gli assistenti digitali e la realtà aumentata. Tuttavia, il 10 percento in più degli uomini pensa che la metà o più del loro lavoro possa essere svolto attraverso l'automazione.

Secondo il sondaggio, il 40 percento dei dipendenti apprezza la flessibilità attraverso strumenti di comunicazione digitale. Usano la tecnologia sul posto di lavoro loro offerta, ma la integrano con la loro. Il 42 per cento ha affermato che la comunicazione di persona è il loro metodo di collaborazione preferito, con l'email in seconda e il telefono in terza. In relazione a ciò, il 38% degli intervistati ha dichiarato che la risoluzione del conflitto è "molto importante" per la loro felicità sul lavoro.

Quindi, come rendere i dipendenti più felici? Il CTO di Teem e il co-fondatore Zach Holmquist hanno offerto i seguenti suggerimenti ai datori di lavoro:

Non dimenticare le persone. Le persone sono creature sociali che vogliono il cameratismo e il senso di appartenenza. Per la forza lavoro, apprezzare le persone con cui lavori è uno dei fattori principali che portano alla felicità dei dipendenti, superando sia la buona posizione con la direzione sia l'ambiente di lavoro collaborativo come motivazione principale, secondo il rapporto Teem.

Automatizza (ma Le organizzazioni devono assicurarsi che la tecnologia giusta sia lì per facilitare la vita dei loro lavoratori. Tuttavia, la tecnologia dovrebbe essere implementata in modo misurato che offra al dipendente il comfort - non una paura di spostamento -

Non aspettatevi che i dipendenti siano a disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Tracciare confini sulle comunicazioni relative al lavoro porta a dipendenti più felici perché possono essere sicuri che supervisori, colleghi e clienti non si aspettino una risposta immediata a messaggi o e-mail che arrivano dopo ore e nei fine settimana.

Enfatizzare e rispettare il tempo libero . Il tempo libero dovrebbe essere trattato come tale. Le organizzazioni dovrebbero fare del loro meglio per lasciare i dipendenti da soli durante la PTO e le vacanze. Nessuno vuole sentirsi tormentato fuori dall'ufficio. Potrebbe verificarsi una crisi e ci saranno momenti in cui regole come queste dovranno essere ignorate, ma i dipendenti saranno molto più propensi a capire se sanno che le comunicazioni di lavoro durante il periodo di pausa sono valide solo per le emergenze reali.


Lavorare lunghe ore non è una brutta cosa se ami il tuo lavoro

Lavorare lunghe ore non è una brutta cosa se ami il tuo lavoro

La saggezza convenzionale suggerisce che i maniaci del lavoro devono imparare la moderazione e l'equilibrio, riducendo il numero di ore di lavoro e il lavoro complessivo della larghezza di banda mentale. Altrimenti, rischiano condizioni mediche potenzialmente pericolose per la vita e stressate. Un recente studio pubblicato dall'Academy of Management, tuttavia, complica questa comprensione.

(Carriera)

10 App gratuite per raggiungere l'equilibrio vita-lavoro

10 App gratuite per raggiungere l'equilibrio vita-lavoro

Apps for Balance La tecnologia mette il potere a portata di mano, offrendo un mondo intero in un semplice dispositivo. Anche se questi gadget possono essere fonte di distrazione, se usati in modo appropriato, possono anche aiutarti a prendere il controllo del tuo tempo ea stabilire le priorità per ciò che conta.

(Carriera)