Nonostante la tecnologia, interviste di lavoro faccia a faccia continuano a fare la migliore impressione


Nonostante la tecnologia, interviste di lavoro faccia a faccia continuano a fare la migliore impressione

Anche se sempre più datori di lavoro stanno conducendo colloqui di lavoro online e telefonici, niente di meglio di un incontro faccia a faccia, suggerisce una nuova ricerca .

Sia i candidati al lavoro che i datori di lavoro fanno migliori impressioni durante le interviste in persona che durante le interviste mediate dalla tecnologia, secondo uno studio della George Washington University.

"Viviamo in un mondo in cui ci affidiamo sempre più alla tecnologia, ma questo studio ci ricorda che le interazioni personali non dovrebbero mai essere sottovalutate, "Nikki Blacksmith, uno degli autori dello studio e un dottorando nel Dipartimento di Scienze e Comunicazione Organizzative della George Washington University, ha detto in un dichiarazione.

Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato 12 articoli di ricerca pubblicati tra il 2000 e il 2007 che hanno esaminato le impressioni dei candidati e dei datori di lavoro durante vari tipi di colloqui di lavoro. Gli articoli, che valutavano sia interviste di persona che di tecnologia, includevano le valutazioni dell'intervistatore e dell'intervistato.

Gli autori dello studio hanno scoperto che le interviste video ricevevano le valutazioni più negative, seguite da interviste telefoniche e informatiche. Le interviste face-to-face hanno ricevuto le classifiche più favorevoli.

"Molte volte, il candidato non ha scelta nel formato dell'intervista", ha affermato Blacksmith. "Tuttavia, l'organizzazione ha una scelta e se non sono coerenti con il tipo di intervista che usano tra i candidati, potrebbe portare a problemi di equità e forse anche una causa".

Mentre i ricercatori pensavano che le interviste video potessero migliorare nel tempo, man mano che divennero più comuni e le persone si abituarono a loro, scoprirono che il contrario era vero. Gli autori dello studio hanno scoperto che le valutazioni per interviste mediate dalla tecnologia sono diventate più negative in studi più recenti.

"Considerando il ritmo con cui la tecnologia è cambiata, è chiaro che non abbiamo la comprensione dell'intervista moderna", hanno scritto gli autori dello studio.

Mentre crede che i risultati dello studio siano importanti, Blacksmith ha affermato che sono necessarie ulteriori ricerche poiché ha esaminato solo un piccolo numero di studi, alcuni dei quali sono stati condotti qualche tempo fa.
Lo studio, pubblicato di recente nella rivista Personnel Assessment and Decisions, è stato co-autore di Jon Willford, uno studente di dottorato presso la George Washington University, e Tara Behrend, professore associato di George Washington.

Hai bisogno di aiuto per preparare il tuo prossimo colloquio di lavoro? Dai un'occhiata a questo articolo Business News per suggerimenti.


Una corretta comunicazione sul posto di lavoro nell'era della chat e del testo

Una corretta comunicazione sul posto di lavoro nell'era della chat e del testo

Gli strumenti di comunicazione hanno fatto passi da gigante negli ultimi 20 anni. Siamo passati da telefonate e fax a e-mail e testo. Con quei cambiamenti arrivò un nuovo linguaggio e nuove regole per l'etichetta della comunicazione professionale. Gli esperti consigliavano di eliminare l'umorismo dalle e-mail per evitare interpretazioni errate e gli argomenti seguiti sull'uso dei saluti e delle firme nelle risposte e in avanti, per non parlare della battaglia sulle citazioni personali nei blocchi delle firme.

(Carriera)

Troppi lavori? Quando Job Hopping fa male al tuo curriculum

Troppi lavori? Quando Job Hopping fa male al tuo curriculum

Avere un'ampia varietà di datori di lavoro può far sembrare i lavoratori a tutto tondo, ma troppo commoventi in giro possono anche farli sembrare meno desiderabili, mostra una nuova ricerca. Secondo lo studio, condotto dalla società di staff Robert Half, i responsabili delle risorse umane hanno affermato che avere una media di cinque o più cambiamenti di lavoro in 10 anni può farli preoccupare che un dipendente sia un tipo di lavoro.

(Carriera)