6 Miti al dettaglio che non dovresti comprare


6 Miti al dettaglio che non dovresti comprare

Mentre la vendita al dettaglio multicanale, con punti di contatto dei consumatori che vanno da cataloghi e siti web a acquisti in negozio, continua a rimodellare il modo in cui aziende e consumatori interagiscono, il primato dell'esperienza di acquisto in negozio non sta andando via presto. È vero, i social media stanno guadagnando molta influenza quando si tratta di plasmare le decisioni di acquisto dei consumatori. Ma un nuovo studio smaschera la saggezza convenzionale su molti aspetti del comportamento dei consumatori online.

Mentre quasi la metà degli acquirenti (49 percento) dichiara di utilizzare i social media ogni giorno, solo il 12 percento usa le piattaforme social per acquistare, secondo una nuova rapporto sullo shopping online basato su un sondaggio di oltre 11.000 acquirenti a livello globale. Il rapporto è stato preparato da PwC, una partnership di assicurazione, tasse e servizi di consulenza.

Invece, oltre il 59% degli acquirenti utilizza i social media per seguire, scoprire e fornire feedback su marchi e rivenditori. PwC ha scoperto che i social media non sono un fattore trainante per i negozi online, poiché il 45% dei consumatori continua a fare acquisti in un negozio fisico su base giornaliera o settimanale.

"I rivenditori dovrebbero avere aspettative realistiche quando si tratta di canali e dispositivi , poiché le tendenze degli acquisti potrebbero non cambiare drasticamente e i social media e i tablet probabilmente non prenderanno il sopravvento in tempi brevi secondo gli intervistati del nostro sondaggio ", ha dichiarato Susan McPartlin, leader del settore retail e consumer negli Stati Uniti di PwC. "Il nostro rapporto rileva che il negozio fisico rimane il fulcro del viaggio d'acquisto, mentre i dispositivi sono utilizzati in modo significativo per la ricerca e le offerte di prodotti."

Il rapporto affronta una serie di miti sulla vendita multicanale e coglie alcune idee che le aziende possono considerare tenere il passo con i loro clienti, tra cui:

  • I social media diventeranno presto un canale di vendita al dettaglio indispensabile I social media non diventeranno presto un importante canale di vendita al dettaglio e attualmente sono un driver per lo shopping in tutti i canali, non solo negozi online.
  • I negozi diventeranno principalmente showroom nel futuro Per la maggior parte delle aziende, il negozio fisico rimane il fulcro del viaggio d'acquisto. C'è ancora spazio per il negozio come showroom: un supplemento per i giocatori online puri, piuttosto che un nuovo modello per i rivenditori al dettaglio.
  • Il tablet supererà il PC come dispositivo di acquisto online preferito Le tavolette e gli smartphone non si aggiorneranno più in fretta quando questi dispositivi vengono utilizzati alla fine del viaggio di acquisto, in particolare in negozio, durante gli acquisti.
  • I rivenditori sono intrinsecamente meglio posizionati dei marchi, poiché sono più vicini al cliente I consumatori acquistano direttamente dai produttori e molti non distinguono più tra i rivenditori e i loro marchi preferiti. I rivenditori devono utilizzare i punti di forza principali, inclusi programmi di garanzia e promozioni via email che promuovono il traffico all'interno del negozio.
  • Il retail online sta cannibalizzando le vendite su altri canali I consumatori stanno effettivamente spendendo di più con i loro rivenditori multicanale preferiti, non solo spostando alcuni acquisti in un altro canale.
  • Il prezzo basso è il principale fattore di spesa dei clienti presso i rivenditori preferiti I clienti apprezzano la qualità, i marchi innovativi oltre il prezzo quando acquistano presso i loro rivenditori multicanale preferiti.

"Una strategia di vendita al dettaglio multicanale può essere estremamente vantaggiosa , ha dichiarato Lisa Feigen Dugal, leader negli Stati Uniti nel settore della vendita al dettaglio e dei beni di consumo negli Stati Uniti. "Più i rivenditori al dettaglio possono identificare in che modo i consumatori utilizzano i diversi canali, maggiore sarà il successo che avranno. Le aziende hanno bisogno di una strategia che crei valore connettendosi ai consumatori e interagendo direttamente con loro, fornendo un'esperienza di acquisto significativa e senza intoppi su tutti i canali. "

Siamo anche su Facebook e Google+ .


Nella foresta dell'e-commerce: come la mia nicchia di prodotti mi ha trovato

Nella foresta dell'e-commerce: come la mia nicchia di prodotti mi ha trovato

Sono stato imprenditore e proprietario di piccole imprese da oltre 25 anni, proprietario di attività legate alla finanza , ospitalità e sviluppo immobiliare. Ognuna di queste aziende aveva elementi comuni: si trattava di operazioni di mattoni e malte in un luogo specifico, con personale di grandi dimensioni e un sacco di spese generali.

(Attività commerciale)

Istantanea Small Business: Sawyer

Istantanea Small Business: Sawyer

La nostra serie di scatti aziendali di piccole imprese presenta foto che rappresentano, in una sola immagine, le attività commerciali di piccole dimensioni. Stephanie Choi, co-fondatrice e COO di Sawyer, spiega come questa immagine rappresenti la sua attività. Fondata nel 2015, Sawyer sta creando una community dedicata a portare imprese e famiglie locali in un'avventura gigantesca.

(Attività commerciale)