Dietro il Business Plan: GreenCupboards


Dietro il Business Plan: GreenCupboards

Ti chiedi mai quanto sono iniziate le imprese di successo? Iniziano con un piano aziendale strutturato e aderiscono o si evolvono nel tempo? MobbyBusiness chiede alle piccole imprese di portarci dietro le quinte e rivelare la verità sulle difficoltà di avviare e gestire una piccola impresa.

Josh Neblett ha trasformato un progetto universitario in un'attività di successo. Quattro anni dopo, l'azienda, GreenCupboards, offre oltre 15.000 prodotti eco-compatibili online. MobbyBusiness ha parlato con Neblett dell'ispirazione per la sua attività, del piano aziendale che seguì e dei suoi consigli per altri aspiranti imprenditori.

MobbyBusiness: Per favore dicci su un semplice paragrafo o frase che cosa fa la tua attività.

Josh Neblett: GreenCupboards è un rivenditore di prodotti biologici certificati equosolidali, cruelty free ed ecocompatibili e alimenti per una vita a basso impatto e salutare. Siamo un miscuglio di vegani, atleti, guru della tecnologia e consumatori intolleranti al glutine in missione per creare il sito più ampio e facile da usare per uno stile di vita rispettoso dell'ambiente. Con sede a Spokane, Washington, collaboriamo con oltre 600 fornitori.

MB: Da quanto tempo sei in attività?

JN: L'idea di GreenCupboards è nata da un incarico di lavoro universitario in primavera del 2008. Abbiamo incorporato questo maggio e lanciato il sito Web più tardi in autunno.

MB: Avevi un piano aziendale formale o la tua attività si è evoluta in modo naturale?

JN: GreenCupboards è iniziato come un business plan . Quando ero anziano alla Gonzaga University, ho creato un business plan per un sito web che vendeva prodotti ecocompatibili. Siamo entrati nel progetto in una gara di business plan regionale e abbiamo vinto. Questo è stato lo slancio di cui avevamo bisogno per andare avanti e da allora non abbiamo guardato indietro.

MB: Quanto è rimasto vicino il tuo business a ciò che originariamente pensavi che fosse?

JN: Originariamente vendevamo pacchetti di prodotti. Ad esempio, abbiamo venduto un pacchetto di prodotti per la pulizia che avresti trovato nell'armadio della cucina. Alla fine ci siamo resi conto che ai clienti piaceva scegliere cosa mettere in casa e quindi abbiamo smesso di vendere pacchetti e venduto singoli prodotti.

MB: come hai finanziato l'attività all'inizio o in qualsiasi momento della tua attività?

JN: Siamo decisamente boot booter di GreenCupboards. Abbiamo fatto un po 'di raccolta fondi all'inizio e abbiamo ricevuto un totale di $ 288.000.

MB: Quanto hai investito?

JN: Ho investito le vincite dal concorso di business plan e un po' dai miei risparmi, altro Significativamente, ho investito più di 70 ore a settimana negli ultimi quattro anni.

MB: Se avessi dovuto ricominciare da capo, cosa faresti diversamente quando avvii la tua attività?

JN: Hindsight è sempre 20/20 e se sapessi cosa ho fatto oggi, sicuramente avremmo potuto evitare alcune notti insonni nei primi giorni cercando di ottenere un modello di business sostenibile. Tuttavia, quegli errori commessi sono stati fondamentali per la nostra crescita e comprensione dell'ecommerce.

MB: Qual è il tuo miglior consiglio per qualcuno con una idea imprenditoriale che vuole dargli una possibilità?

JN: Ora è il momento, guarda ogni nickel e non sottovalutare il valore di circondarti di consulenti / mentori che hanno cicatrici sulla schiena e successi rilevanti sotto la cintura.


Il tuo bambino riuscirà nella vita? Chiedi ai loro amici

Il tuo bambino riuscirà nella vita? Chiedi ai loro amici

Coloro che cercano di prevedere la possibilità di successo di una persona dovrebbero iniziare le indagini sul campo da gioco, mostra spettacoli. Un nuovo studio dei ricercatori della Concordia University ha rivelato che gli amici di un bambino possono essere il miglior giudice di come crescerà il bambino.

(Generale)

I matrimoni equosolidali ispirano (socialmente) i giunti consci

I matrimoni equosolidali ispirano (socialmente) i giunti consci

Come molti imprenditori, Marcie Muehlke è stata ispirata a fondare la sua azienda quando voleva comprare qualcosa che non esisteva. Mentre la pianificava matrimonio nel 2009, Muehlke ha cercato di trovare un abito da sposa del commercio equo e solidale. Voleva che il matrimonio riflettesse i suoi valori e ciò includeva la ricerca di un vestito che non fosse realizzato in una fabbrica ma piuttosto da persone che venivano pagate in modo equo, trattate in modo equo e lavoravano in condizioni di sicurezza.

(Generale)