Come assumere i migliori talenti senza un grande budget


Come assumere i migliori talenti senza un grande budget

Mentre il mercato del lavoro si scalda, i datori di lavoro che non possono permettersi solo di spendere soldi ai migliori candidati devono trovare altri modi per tirarli indietro, nuove ricerche mostrano.

Scoperto uno studio di CareerBuilder che quando non sono in grado di soddisfare i requisiti salariali di un candidato di lavoro, un certo numero di datori di lavoro si concentra sulla soddisfazione delle loro esigenze di equilibrio tra lavoro e vita privata. In particolare, un terzo delle aziende offre ai potenziali dipendenti opzioni di pianificazione flessibile quando non riescono a soddisfare i propri desideri finanziari, mentre il 19 percento fornisce più tempo di vacanze.

Inoltre, il 15 percento dà al nuovo dipendente l'opzione di lavorare da casa almeno una volta a settimana e il 14% paga per i propri dispositivi mobili.

Il factoring di extra benefici in un'offerta di lavoro è una grande parte della strategia negoziale attuale. La ricerca ha rilevato che, nonostante i datori di lavoro desiderosi di aumentare le loro offerte iniziali, la maggior parte dei potenziali dipendenti non si preoccupa di negoziare un accordo migliore.

Nel complesso, il 45% dei datori di lavoro è disposto - e si aspetta - a negoziare gli stipendi per le offerte di lavoro iniziali Tuttavia, quasi la metà dei candidati accetta la prima offerta loro offerta.

"Molti datori di lavoro si aspettano una trattativa salariale e la integrano nella loro offerta iniziale", ha affermato Rosemary Haefner, vicepresidente delle risorse umane presso CareerBuilder. "Quindi, quando le persone in cerca di lavoro prendono il primo numero dato loro spesso sottovalutano il loro valore di mercato".

Nel determinare cosa pagare i futuri dipendenti, un terzo delle aziende intervistate ricerca quali concorrenti stanno pagando dipendenti comparabili, mentre 34 percentuale si basa sulle medie del mercato. La ricerca mostra che il 35% non considera le fonti esterne quando decide quanto pagare i nuovi dipendenti.

Haefner nota che ciò può danneggiare i datori di lavoro che competono per manodopera qualificata.

"È fondamentale che i reclutatori e i responsabili delle assunzioni siano armati di dati di compensazione aggiornati ", ha detto. "Se offri un talento premium al di sotto dei tassi di mercato, può essere molto difficile riempire le posizioni vacanti."

Per il prossimo anno, lo studio ha rilevato che la maggior parte degli attuali dipendenti si aspetta un aumento inferiore al 5%, con Il 16 percento prevede di aumentare oltre il 5 percento. Per le offerte di nuovi assunti, il 34% dei datori di lavoro afferma che la variazione media delle retribuzioni aumenterà meno del 5% nel prossimo anno.

La ricerca ha rivelato che sia per i nuovi assunti che per i dipendenti attuali i responsabili delle assunzioni di tecnologia informatica erano quasi il doppio della media nazionale per fornire aumenti salariali del 5% o più.

Lo studio si è basato su sondaggi condotti da circa 3.000 lavoratori statunitensi del settore privato a tempo pieno e oltre 2.000 gestori assunzioni e professionisti delle risorse umane.

Originariamente su MobbyBusiness.


Le persone potenti sono più felici

Le persone potenti sono più felici

Il potere spiana la strada ad una felicità più grande? Un nuovo studio psicologico suggerisce che potrebbe. Le persone che ricoprono posizioni di potere al lavoro, tra amici o nelle loro relazioni sentimentali conducono vite più felici di quelle con meno autorità, secondo lo studio. I ricercatori credono che il rapporto tra potere e felicità deriva dal senso soggettivo di bene di una persona -essere, o come si sente e giudica la sua qualità di vita.

(Generale)

I social media sono necessità del posto di lavoro, i dipendenti dicono

I social media sono necessità del posto di lavoro, i dipendenti dicono

Un numero crescente di dipendenti pensare più socializzazione in ufficio è la chiave del successo, nuova ricerca mostra. Lo studio di Microsoft ha rilevato che quasi la metà dei dipendenti in tutto il mondo pensa strumenti sociali sul lavoro, come quelli per comunicare con i colleghi e condividere e rivedere i documenti, contribuire ad aumentare la loro produttività.

(Generale)