5 Suggerimenti per impostare i confini personali in un nuovo lavoro


5 Suggerimenti per impostare i confini personali in un nuovo lavoro

Quando inizi un nuovo lavoro, è naturale voler fare una grande impressione sul tuo nuovo capo e sui tuoi colleghi. Desideroso di impressionare, potresti fare volontariato per rimanere in ritardo o assumere incarichi extra durante le tue prime settimane - solo per scoprire che i tuoi colleghi ora si aspettano che tu continui a esibirti a quel livello.

"Come" nuovo bambino ", si può essere rapidamente la base di dumping per nuovi progetti ", ha detto Parker Lee, responsabile del design Compass52 e coautore di" The Art of Opportunity "(Wiley, 2016). "La sfida più grande che ho visto per i nuovi dipendenti è la tendenza a dire" sì "ad ogni richiesta, il che evidenzia la necessità di stabilire obiettivi, attività e obiettivi chiari [all'inizio] di un nuovo lavoro."

È fantastico andare a fondo, ma fissare i limiti e le aspettative presto ti impedirà di bruciare troppo velocemente. Ecco come (educatamente) convincere i colleghi a rispettare il tuo tempo e la tua energia, pur mostrando di essere entusiasta di contribuire al team.

Prima dei giorni di Wi -Fi e smartphone, i confini di "lavoro" e "casa" erano molto più chiari: o rimanevi in ​​ritardo in ufficio, o sedevi a casa dopo le ore passate a fare documenti o fare telefonate. Oggi, è molto più complesso di così, ha detto lo psicologo dell'organizzazione Michael "Dr. Woody" Woodward.

"La proliferazione della tecnologia mobile e dei social media ha cambiato le nostre aspettative sulla disponibilità, in particolare quando si tratta di lavoro e bambini" Woodward ha detto Mobby Business. "Siamo costantemente connessi e quindi sempre disponibili - qualcosa che ogni capo, dipendente e cliente conosce".

Piuttosto che raggiungere un vero equilibrio tra vita lavorativa e vita privata, è più importante determinare come unire il tempo, ha detto Woodward. Prima di poter comunicare i tuoi confini personali ai tuoi nuovi colleghi, devi capire da solo quanto tempo ed energia sei disposto a impegnare per il tuo lavoro al di fuori dell'orario di lavoro previsto.

"Che tu sia a tempo pieno genitore, operatore di piccola impresa o commando aziendale, è probabile che passi una buona parte del tuo tempo a monitorare testi, e-mail e social media ", ha affermato. "Viviamo in un mondo cablato a livello globale, dove ci si aspetta che se si dispone di un dispositivo mobile, si è disponibili. Sta a te prendere la responsabilità, impostare i limiti e staccare la spina quando sei con la tua famiglia."

"Pensa sul motivo per cui hai lasciato il tuo ultimo lavoro o posizione come punto di partenza per capire l'importanza dei [confini] ", ha detto Samantha Lambert, direttore delle risorse umane presso Blue Fountain Media. "Stabilisci i tuoi limiti e le tue aspettative quando inizi un nuovo lavoro o posizioni in modo da avere uno standard o un tono sul posto dall'inizio".

I tuoi colleghi e il tuo capo non lo fanno devi sapere esattamente dove ti trovi ogni minuto che sei fuori dall'ufficio, ma dare linee temporali generali e spiegazioni sulla tua "indisponibilità" permetterà al tuo team di sapere che non stai solo cercando di sottrarti alle tue responsabilità verso l'azienda. Ad esempio, potresti notare nel tuo calendario che non sei disponibile prima delle 8.00 perché stai preparando i tuoi bambini a scuola o non sei disponibile dopo le 19:00. perché hai una lezione di fitness, ha detto Lambert.

"Comunicando efficacemente il 'perché' e 'quando' sei e non sono disponibili, [tu] darai ai colleghi trasparenza e non si riveleranno sprezzanti o non entusiasti," Lambert disse. "Tieni aggiornato il tuo calendario in modo che non ci siano sorprese e quando conta davvero, come quando c'è un cliente o un membro del team di emergenza, fai quello che puoi per essere lì."

"Sii chiaro con il tuo capo o pari su ciò che è previsto, quanto tempo tu e loro pensano che ci vorrà per completare, e lo sforzo richiesto ", ha aggiunto Lee. "Una volta che il tuo tempo è esaurito, puoi utilizzarlo per deviare nuove richieste e lavorare con gli altri per gestire le tue iniziative. Mostra anche che sei un collaboratore e un giocatore di squadra."

Stabilire i propri confini è importante, ma non puoi entrare nel tuo primo giorno e aspettarti che tutti gli altri cambieranno il loro flusso di lavoro per adattarsi a te. Keith Rollag, professore associato e presidente della divisione gestione del Babson College e autore di "Cosa fare quando si è nuovi: come essere sicuri, confortevoli e di successo in nuove situazioni" (AMACOM, 2015), ha affermato che è importante parla ai tuoi nuovi collaboratori e scopri quelle che considerano richieste "ragionevoli" e "irragionevoli" da un supervisore.

"Alcuni di questi sono definiti dalla cultura e dalle norme organizzative riguardo all'accettazione di richieste dall'alto, e alcuni sono in base allo stile di gestione e alle aspettative personali del tuo capo specifico ", ha affermato Rollag. "Le valutazioni di irragionevolezza e di" sfruttamento "sono spesso basate sulle nostre percezioni di equità: più comprendiamo la frequenza con cui agli altri viene chiesto di svolgere compiti aggiuntivi, più possiamo portare equità nella nostra giustificazione per il pushback."

Rollag ha osservato che dovresti anche cercare i confini "reciproci". I tuoi colleghi probabilmente hanno idee diverse su ciò che è ragionevole, e queste differenze possono creare opportunità per distribuire lavoro extra in un modo che non scoraggia i colleghi e i capi.

"Potresti trovare richieste di lavoro durante il fine settimana irragionevole, ma va bene se arriviamo presto o rimaniamo in ritardo nei giorni feriali ", ha detto Rollag. "Un altro collaboratore potrebbe essere felice di svolgere un lavoro extra su analisi e rapporti, ma trovare qualsiasi richiesta per rendere le presentazioni troppo onerose. Discutendo e negoziando questi confini reciproci in anticipo, puoi stabilire i tuoi confini desiderati ed essere ancora visto come un impegno, membro fedele del team nel processo. "

Quando devi rifiutare una richiesta, puoi ammorbidire il colpo usando la strategia" no, ma ". Rollag ha detto che un cortese rifiuto immediatamente seguito da un suggerimento su qualcosa che sei disposto a fare mostra ancora rispetto e lealtà nei confronti della persona che ha chiesto.

"Usare 'no, ma' può aiutarti a dire 'no' ma continua a mostrare impegno il tuo capo e collaboratori ", ha detto Rollag. "Ad esempio, puoi dire, 'Mi dispiace, ho già avuto dei piani questo fine settimana e non posso davvero impegnarmi a creare questa presentazione, ma sarei in grado di rivedere le diapositive e fornire un feedback domenica sera se questo sarebbe utile. "

Sia nel lavoro che nella vita personale, è importante assicurarsi di comunicare le proprie responsabilità ad altri che si affidano a voi, specialmente se c'è un problema. Woodward ha notato che molte volte le persone non si rendono nemmeno conto di violare i propri confini, a meno che non si inizi una conversazione a riguardo.

"Stabilisci e comunica i confini sia con i tuoi colleghi di lavoro che con la tua famiglia", ha detto Woodward. "Ricorda, se non imposti dei limiti, lo farà qualcun altro."


In quale settore del lavoro ti trovi?

In quale settore del lavoro ti trovi?

Decidere su un percorso di carriera può essere una decisione difficile. Il campo che scegli deve essere adatto a te per trovare il successo, e parte di ciò significa abbinare i tuoi migliori tratti di personalità con l'industria giusta. Anche se potresti essere tentato di scegliere il campo più remunerativo o in crescita più rapida, sperimenterai un esaurimento veloce se non ti piace il lavoro che fai.

(Carriera)

La politica sul posto di lavoro sta distruggendo il tuo business? Ecco come risolverlo

La politica sul posto di lavoro sta distruggendo il tuo business? Ecco come risolverlo

È Stato un tropo della cultura pop e uno stereotipo aziendale per decenni: i dirigenti big-shot partecipano alle riunioni e prendono decisioni a loro vantaggio, i lavoratori di basso livello sono lasciati a subirne le conseguenze. Come qualcuno che ha ricoperto numerose posizioni dirigenziali, l'imprenditore David Frankel afferma che questo fenomeno si riduce a una semplice causa principale: la politica.

(Carriera)