Quando il disastro colpisce, gli imprenditori reagiscono in modi sorprendenti


Quando il disastro colpisce, gli imprenditori reagiscono in modi sorprendenti

Gli uragani, le inondazioni, i terremoti e altri disastri naturali possono causare un fallimento diffuso nelle piccole imprese. Ma un nuovo studio rileva che i disastri naturali possono effettivamente avere un impatto positivo significativo sulla percezione da parte degli imprenditori delle opportunità di sfruttare al meglio la situazione. Non è tutto roseo, comunque. Anche gli imprenditori post-disastro hanno, più comprensibilmente, maggiori timori di insuccesso e percezioni più deboli delle proprie capacità.

Mobby Business ha parlato con il ricercatore Javier Monllor della DePaul University di Chicago su come i disastri colpiscono gli imprenditori, sia positivamente che negativamente. Abbiamo anche discusso le implicazioni pratiche per gli imprenditori e i responsabili politici delle scoperte che lui e co-autore Nezih Altay, professore associato di Management, anche a DePaul, descritto nel loro articolo, "Scoprire le opportunità nella necessità: l'effetto di distruzione creativa inversa", pubblicato nel Journal of Small Business and Enterprise Development.

Mobby Business: Cosa dovrebbero sapere i lettori del tuo background su questo argomento?

Javier Monllor: Insegno e conduco ricerche sul riconoscimento e la creatività delle opportunità imprenditoriali. Sono nato e cresciuto a Puerto Rico, dove essere colpito o avvertito di uragani in arrivo è molto comune - fino al punto in cui diventiamo troppo disinvolti e cominciamo a pensare che ci mancheranno tutti o che siamo benedetti e non ci raggiungeranno mai, fino a quando uno non lo farà e i cittadini saranno impreparati.

MB : Perché hai deciso di studiare in che modo le catastrofi influenzano le percezioni e le azioni imprenditoriali?

Monllor: È una combinazione di due cose. In primo luogo, il mio coautore è un esperto di catene di approvvigionamento umanitario e in passato ha lavorato sul modo in cui sono influenzati dai disastri. Ero anche interessato a un livello personale, poiché avevo visto la creatività di individui e imprenditori che da soli o con altri trovano modi per superare i blocchi stradali e le questioni che vengono loro presentate dopo i disastri naturali (gli uragani, nella mia esperienza) rompono la loro inerzia e [sono] costretti ad agire per sopravvivere e ricostruire.

MB : Sembra controintuitivo che i disastri abbiano un impatto positivo. Ti ha sorpreso?

Monllor: Non ero sorpreso e mi aspettavo che fosse basato sulla mia esperienza e su alcune delle ricerche che erano state fatte in precedenza. Gli imprenditori sono un gruppo creativo e propositivo e sono particolarmente bravi nel risolvere i problemi. Ritengo sia importante menzionare, tuttavia, che nel nostro documento di ricerca non stiamo discutendo sul fatto che i disastri naturali siano un risultato positivo. Al contrario, sono estremamente distruttivi e causano molti danni e sofferenze. Ma volevamo dimostrare che sono anche una forza che può stimolare l'azione imprenditoriale. Questo è importante, dal momento che i governi e gli aiuti locali hanno sottolineato i loro finanziamenti e aiuti alle ONG e ad altre iniziative sociali e raramente si concentrano sugli imprenditori come forza vitale che può accelerare la ripresa e gli sforzi di ricostruzione.

MB : Quali erano alcune caratteristiche di questo impatto positivo?

Monllor: La nostra scoperta principale è stata che l'azione imprenditoriale è aumentata dopo un disastro. Sosteniamo che questo è principalmente a causa delle nuove opportunità che vengono create, ma ci sono molti altri fattori che possono entrare in gioco che devono essere esaminati nelle ricerche future. Ad esempio, precedente esperienza imprenditoriale? La persona ha intenzione di avviare un business pre-disastro? Quanto l'individuo credeva di essere in grado di avviare un'impresa prima del disastro?

MB : Quali impatti negativi dei disastri hai trovato?

Monllor: Anche se non abbiamo riscontrato alcun impatto negativo, è più un risultato dei dati limitati con cui abbiamo dovuto lavorare. Un modo in cui abbiamo potuto osservare le nostre scoperte in una luce negativa è stato che alcuni dei fattori che abbiamo esaminato non sono cambiati affatto. Ad esempio, le intenzioni imprenditoriali non sono cambiate affatto, il che era contrario alle nostre aspettative. Ci auguriamo che le persone desiderino iniziare un'attività dopo un disastro, poiché questo ha dimostrato di essere un forte fattore predittivo di future azioni imprenditoriali. Tuttavia, abbiamo scoperto che l'azione è comunque aumentata, quindi questa è un'area che gli studi futuri devono esaminare per capire perché ciò sta accadendo.

MB : quali sono le implicazioni per i responsabili politici e gli imprenditori? Dovrebbero vedere e reagire ai disastri in modo diverso?

Monllor: I nostri risultati sono particolarmente rilevanti per i responsabili politici. La politica che incoraggia l'azione imprenditoriale può avere un impatto molto positivo sulla comunità accelerando gli sforzi di recupero. Gli imprenditori possono lavorare in tandem con le ONG e le entità governative per ricostruire, riavviare e portare la normalità nell'area. La politica può anche ostacolare gli imprenditori. Se i responsabili delle politiche continuano a cambiare le regole del gioco o dirigono finanziamenti e sforzi in altre aree, possono spaventare le persone dall'agire.

MB : Quali erano alcune limitazioni del tuo studio? Quali altre domande su questo argomento rimangono?

Monllor: Lo studio è molto preliminare e la maggior parte delle limitazioni è dovuta ai dati a cui abbiamo avuto accesso. La maggior parte dei dati era a livello nazionale, quindi fare inferenze sul comportamento individuale è un po 'eccessivo a questo punto. Ho affrontato alcune delle domande che gli studi futuri devono prendere in considerazione, ma una che non ho menzionato è stata la raccolta di dati su aree meno geograficamente ampie e la realizzazione di studi longitudinali che monitorano gli imprenditori nell'area colpita per molti mesi o anni.

MB : Qual è il tuo prossimo progetto di ricerca?

Monllor: Continuo a lavorare sul riconoscimento e la creatività delle opportunità imprenditoriali. Ho alcuni documenti su cui sto lavorando in questo momento di cui sono entusiasta. Un documento su cui sto lavorando sta esaminando l'impatto che la nuova tecnologia di produzione desktop (come la stampa 3D e il taglio laser) ha sulle intenzioni imprenditoriali degli studenti. Sto anche studiando la creatività e l'innovazione del team e, infine, mi aspetto di continuare a sviluppare ed espandere la ricerca sui disastri naturali e sul riconoscimento delle opportunità imprenditoriali.


4 Suggerimenti per scrivere una valutazione efficace delle prestazioni

4 Suggerimenti per scrivere una valutazione efficace delle prestazioni

Le revisioni delle prestazioni sono preziose per entrambi il dipendente e il datore di lavoro. È un'opportunità per i dirigenti di elogiare il lavoro eccezionale e l'orientamento per eventuali carenze, e di avere una discussione aperta sul futuro dell'azienda e sul potenziale di crescita dei dipendenti.

(Comando)

3 Modi per incoraggiare lo sviluppo professionale sul posto di lavoro

3 Modi per incoraggiare lo sviluppo professionale sul posto di lavoro

Ogni membro di un'azienda è prezioso quanto il prossimo, offrendo il proprio insieme di capacità, intuizioni e personalità. Come membri del team, i tuoi dipendenti possono lavorare sia individualmente che insieme per raggiungere un obiettivo comune. La crescita personale di ogni dipendente contribuisce al successo dell'intera azienda.

(Comando)