Passaggio da Mac a PC: A Business User's Guide


Passaggio da Mac a PC: A Business User's Guide

Passare da un Mac a un PC non deve essere difficile. Passare a un altro sistema operativo può essere un compito scoraggiante, ma ci sono molti modi per facilitare la transizione. Se preferisci usare un PC dopo aver provato un Mac o un Mac, non è più adatto alle esigenze della tua azienda, un po 'di pazienza e investimento del tuo tempo possono fare molto.

Per aiutarti a fare la mossa, ecco 10 suggerimenti su come passare da un Mac a un PC.

Il bello del passaggio da un Mac a un PC è che hai una gamma molto più ampia di opzioni e prezzi. È possibile scegliere tra computer desktop, laptop, tablet e notebook 2 in 1 che possono essere convertiti in tablet. Puoi anche scegliere tra laptop aziendali e laptop consumer e personalizzare il tuo dispositivo per soddisfare le esigenze specifiche della nostra azienda.

Inoltre, mentre i Mac sono più costosi, i PC offrono opzioni più economiche per i diversi produttori. Ad esempio, è possibile acquistare un laptop da lavoro con specifiche a livello aziendale, prestazioni rapide e durata prolungata della batteria per $ 700 e oltre, o acquistare un laptop di base da $ 300 per completare il lavoro. Per una ripartizione dei prezzi, consulta la nostra guida all'acquisto di laptop.

Quando acquisti un nuovo PC, potrai beneficiare della creazione di un account Microsoft, proprio come un ID Apple su un Mac. Utilizzerai il tuo account Microsoft per accedere al tuo PC e funge anche da single sign-on per gli altri servizi di Microsoft: Office, Outlook.com, OneDrive, Skype, Xbox Live, Bing, MSN e Windows Store. Se hai già un account su una di queste piattaforme, tale account può essere utilizzato anche per il tuo nuovo PC.

L'utilizzo di un account Microsoft può anche aiutarti a diventare più produttivo sincronizzando tutti i tuoi dispositivi e servizi Windows. È inoltre necessario un account Microsoft per attivare e utilizzare Cortana, l'assistente personale basato sull'intelligenza artificiale di Microsoft, simile a Siri di Apple.

La differenza più evidente tra Mac e PC è la loro interfaccia. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti sulla navigazione e l'utilizzo di diverse funzionalità con un PC:

  • Navigazione: troverai tutte le tue cartelle, app e impostazioni facendo clic sul menu Start situato nell'angolo in basso a sinistra dello schermo.
  • Cerca : Windows 10 semplifica la ricerca di file, cartelle, app e impostazioni semplicemente digitando ciò che stai cercando nella barra di ricerca a destra del pulsante Start. Funziona proprio come l'utilità Spotlight su Mac trovando la migliore corrispondenza per le tue parole chiave.
  • Gestione finestre: i pulsanti Riduci a icona, ridimensiona e chiudi finestra si trovano nell'angolo in alto a destra di ogni finestra, mentre li troverai in alto a sinistra su un Mac. Nota che chiudere una finestra su un PC chiude anche l'app, a differenza di un Mac, che richiede di "chiudere" effettivamente un'applicazione per spegnerla.

Un'altra differenza tra un PC e un Mac è la sua tastiera. Le scorciatoie da tastiera velocizzano le attività quotidiane, ma potrebbe essere necessario rallentare per un giorno o due per abituarsi alle nuove scorciatoie su un PC.

La maggior parte delle scorciatoie da tastiera del Mac usa il tasto Comando. Su un PC, utilizzerai il tasto Control. Ecco un rapido riferimento alle scorciatoie da tastiera PC più comunemente usate:

  • Ctrl + C: Copia
  • Ctrl + V: Incolla
  • Ctrl + A: Seleziona tutto
  • Ctrl + Z: Annulla
  • Control + Y: Ripeti
  • Control + W: Chiudi (funziona con schede, finestre e app)

Anche i PC sono dotati del tasto Win, che ti aiuta a navigare e controllare app, finestre e altro. Prendi nota anche della popolare combinazione di tasti CTRL + ALT + CANC. Questa combinazione apre il tuo task manager, dove puoi vedere tutte le app e i processi attivi. Qui puoi forzare un'applicazione per chiudere o riavviare il sistema.

Ogni volta che acquisti un nuovo computer, capire come spostare i tuoi dati è un male necessario. È ancora più difficile quando stai attraversando un altro sistema operativo. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a migrare i dati dal tuo Mac al PC:

  • File: Utilizza un disco rigido esterno, un'unità flash USB o un servizio di archiviazione cloud, come Google Drive e Dropbox. Esegui il backup dei file sul tuo Mac e poi spostali sul PC.
  • Foto e video: iCloud per Windows ti consente di scaricare foto e video di cui hai eseguito il backup in iCloud.
  • Musica e film : Una volta configurato con il tuo ID Apple, iTunes per Windows ti consente di ascoltare musica, guardare film e scaricare qualsiasi cosa tu abbia acquistato da iTunes Store sul PC.
  • Apple Mail: Windows non lo fa avere un formato file equivalente per le e-mail Apple Mail, quindi l'esportazione degli account non sarà di aiuto. Per trasferire le tue e-mail, controlla app come Emailchemy, che converte Apple Mail in Windows e formati compatibili con Outlook.
  • Calendario: Apri l'app Calendari. Fai clic su File ed esporta.
  • Contatti: Apri l'app Contatti. Clicca su File e seleziona Esporta. Puoi anche aprire i tuoi contatti tramite il sito Web di iCloud. Selezionare i contatti che si desidera mantenere, fare clic sul pulsante di comando e selezionare Esporta vCard.

Passare da un Mac a un PC significa in genere sacrificare le app Mac che ami per le loro alternative Windows.

Ad esempio, a meno che tu non stia già utilizzando Office per Mac o Office 365, probabilmente utilizzi iWork , La suite di strumenti di produttività di Apple che include word processor di Pages, editor di fogli di calcolo di Numbers e creatore di presentazioni Keynote. iWork non è disponibile su PC, quindi dovrai passare a Microsoft Office.

Puoi anche utilizzare una suite di produttività basata su cloud, come Google Apps, o un'alternativa gratuita di Microsoft Office, come LibreOffice e OpenOffice. Tieni presente che i file di iWork non possono essere aperti su un PC, quindi dovrai esportare i file in formato di file compatibile con il PC prima di effettuare la transizione.

Le app native di Mac come iMovie e GarageBand non sono disponibili sui PC.

Se hai un iPhone, l'integrazione con il tuo PC è più complicata. Scoprirai che non è così semplice come collegarlo al tuo Mac come parte dell'ecosistema Apple. Ti mancherà anche la comodità di funzioni come AirDrop, iMessage e la possibilità di accedere e sincronizzare le app sul tuo telefono dal tuo computer.

Non è affatto male, comunque. Per accedere al tuo iPhone su un PC, devi scaricare e installare iTunes direttamente dal sito Web di Apple (iTunes sarà presto disponibile anche su Windows Store). Anche se iTunes per Windows è più clunoso della versione Mac e non sembra un'applicazione per Windows, sarai comunque in grado di fare le stesse cose, come importare foto dal tuo telefono, accedere a musica e dispositivi di sincronizzazione.

Microsoft semplifica anche la connessione delle app di Windows al tuo iPhone. Basta digitare Phone Companion nella barra di ricerca di Windows 10 e avviare l'app. Scegli iPhone, quindi segui i passaggi per configurare il tuo iPhone. Una volta terminato, sarai in grado di accedere e sincronizzare foto, email, musica e documenti dal tuo PC sul tuo iPhone, così come usare Cortana dal tuo iPhone.

La sicurezza informatica è uno degli aspetti più importanti dell'utilizzo della tecnologia per le aziende. Sebbene i Mac non siano necessariamente a prova di proiettile, i PC sono più vulnerabili agli attacchi informatici.

La protezione di un PC richiede un approccio leggermente diverso rispetto alla protezione di un Mac. È necessario installare il proprio antivirus e malware e assicurarsi che siano sempre aggiornati con gli ultimi attacchi e correzioni riconosciuti.

Inoltre, Windows dispone di due impostazioni di sicurezza integrate attivate per impostazione predefinita:

  1. Windows Defender: identifica e rimuove virus, spyware e altri malware e avvisa l'utente quando è necessario intervenire. Funziona in background, ma puoi anche fare una scansione manuale del tuo sistema quando ritieni che possa essere infetto.
  2. Windows Firewall: protegge il tuo computer da hacker, virus e worm che tentano di attaccare il tuo computer su Internet, come da siti Web, e-mail e reti a cui ti unisci.

Per ulteriori informazioni sulla gestione della sicurezza sul tuo PC, consulta la nostra guida alle impostazioni di sicurezza di Windows 10.

Una cosa che noterai con il tuo nuovo PC che non succede su un Mac è bloatware - software preinstallato che viene fornito con il tuo PC che non vuoi o non devi necessariamente uso. Questi includono strumenti e utilità, app e trialware, come una versione di prova di 30 giorni di software antivirus o di fotoritocco.

Bloatware non solo ingombra il PC - a differenza della sensazione pulita e minimalista dei Mac - ma occupa anche spazio e memoria nel tuo disco rigido. Bloatware può influire sulla tua produttività rallentando il tuo sistema.

Se hai un PC Windows 10, bloatware è facile da disinstallare: basta fare clic destro sull'app e scegliere Disinstalla dal menu. E poiché la maggior parte dei bloatware proviene da produttori e venditori di terze parti, il bloatware rende il PC più suscettibile agli attacchi informatici.

Se si desidera un PC veramente pulito e sicuro, Microsoft offre i propri laptop Microsoft Signature Edition. Questi dispositivi provengono direttamente da Microsoft e sono privi di bloatware preinstallato.

Assicurati che il tuo PC sia aggiornato è la chiave per proteggerlo dagli attacchi informatici. L'aggiornamento del sistema su un PC, tuttavia, è più problematico rispetto all'aggiornamento di un Mac.

Mentre un Mac ti avviserà quando è disponibile un aggiornamento e ti chiederà quando vorresti installarlo, Windows 10, di default, automaticamente installa gli aggiornamenti man mano che diventano disponibili. Ciò significa che potrebbe essere eseguito automaticamente nel momento più inopportuno, ad esempio mentre sei impegnato a scricchiolare numeri oa scrivere un'email importante. Alcuni aggiornamenti richiedono più tempo per l'installazione e richiedono un riavvio, il che può risultare scomodo per molti utenti.

Fortunatamente, è possibile ignorare gli aggiornamenti automatici tramite le impostazioni di Windows. Puoi scegliere di installare manualmente gli aggiornamenti o eseguirli mentre sei fuori orario e non utilizzare il dispositivo.


Chiedere le recensioni dei clienti? Come farlo

Chiedere le recensioni dei clienti? Come farlo

Le recensioni dei prodotti di clienti reali possono aiutare altri consumatori a contemplare un prodotto per decidere se vale la pena acquistarlo. Se le recensioni sono positive, questo può tradursi in un grande aumento di vendite per il rivenditore, quindi è logico che un'azienda voglia incoraggiare il feedback dei clienti pubblici.

(Attività commerciale)

Switchback: la strategia di avvio che potrebbe essere giusta per te

Switchback: la strategia di avvio che potrebbe essere giusta per te

Quando si lancia una nuova tecnologia o prodotto, gli imprenditori in genere possono scegliere di portarlo sul mercato da soli, o collaborare con altri che hanno più esperienza nel campo. Tuttavia, una nuova ricerca suggerisce che l'approccio migliore potrebbe essere una combinazione di entrambi. Invece di decidere tra una strategia di auto-commercializzazione o partnership / licenza quando si preparano a portare la loro nuova creazione sul mercato, gli imprenditori dovrebbero considerare un approccio "a ritroso" che consente loro di passare da uno all'altro, secondo uno studio recentemente pubblicato nel giornale di politica di ricerca.

(Attività commerciale)