Alla ricerca di un lavoro? Non dirle che sei disoccupato


Alla ricerca di un lavoro? Non dirle che sei disoccupato

Come se la ricerca di un lavoro non fosse abbastanza difficile quando i disoccupati, nuove ricerche dimostrano che semplicemente essere senza lavoro - e non la mancanza di competenze o competenze - è la ragione per cui molti non vengono assunti

Lo studio, che sarà presentato all'incontro annuale del prossimo mese dell'Academy of Management, ha trovato forti prove di pregiudizi contro i disoccupati da parte di coloro che assumono.

Mentre è stato a lungo sostenuto che la discriminazione contro i disoccupati si verifica Solo dopo essere rimasti senza lavoro per un lungo periodo di tempo, la ricerca ha rivelato che il pregiudizio inizia quasi immediatamente.

"Abbiamo trovato pregiudizi contro i disoccupati, tra i professionisti delle risorse umane e tra il pubblico più ampio, praticamente dal inizio della disoccupazione ", ha detto il ricercatore Geoffrey Ho, un dottorando presso l'UCLA Anderson School of Management.

Lo studio ha anche scoperto che dire che sono stati licenziati non diminuisce lo stigma per i disoccupati.

"Queste due parole da sole non suscitano più simpatia che 'lasciato volontariamente' ", ha detto Ho. "Ciò che distoglie il pregiudizio delle persone è un'indicazione esplicita che perdere il lavoro non è colpa tua - ad esempio, che la società è fallita o ha subito alcuni specifici ostacoli che hanno reso inevitabili i licenziamenti."

I risultati sono il risultato di diversi studi sperimentali

Come parte dell'esperimento, a quasi 50 professionisti delle risorse umane è stato chiesto di immaginare che le loro aziende volessero assumere un direttore marketing. Ognuno di loro era fornito con curriculum esattamente lo stesso, tranne che la metà indicava il lavoro più recente del candidato al presente, mentre gli altri mostravano che l'ultimo giorno di assunzione del candidato era un mese prima. Inoltre, un breve profilo sopra il curriculum riportava il nome e lo stato lavorativo del richiedente - "impiegato" o "disoccupato".

Lo studio ha rilevato che gli esperti in risorse umane valutavano il candidato impiegato significativamente più elevato sia in termini di fiducia che di praticità. > "Qui vediamo candidati con un curriculum forte essere sostanzialmente penalizzati per qualcosa che potrebbe non riflettere affatto sulla loro capacità di contribuire alla società", ha detto Ho. "In un momento di alta disoccupazione, come al momento, i datori di lavoro farebbero bene a riflettere sul fatto che la distorsione che abbiamo identificato in questo documento potrebbe compromettere gli sforzi della compagnia per reclutare le persone migliori."

Basato sul loro esperimento del generale pubblico, Ho ha detto che la tendenza contro i disoccupati raggiunge molto più di quelli incaricati di occupare posti di lavoro.

"La stigmatizzazione della disoccupazione può essere un fenomeno robusto che colpisce le persone nelle loro interazioni quotidiane e non solo quando i professionisti delle risorse umane stanno esaminando curriculum," Ho detto.

Lo studio mostra che i disoccupati devono essere consapevoli delle lacune del curriculum, secondo Ho.

"Fai tutto il possibile per colmare il divario dal tuo ultimo lavoro con qualsiasi attività pertinente, se sta continuando la tua istruzione o fare il lavoro di volontariato pertinente o qualsiasi altra cosa che possa migliorare le tue qualifiche per il lavoro in questione ", ha detto.

Lo studio, Lo stigma psicologico della disoccupazione: quando la disoccupazione porta a essere senza lavoro", è stato scritto da Margaret Shih e Daniel J. Walters della UCLA Anderson e Todd Lowell Pittinsky della Stony Brook University.


10 La maggior parte delle carriere svantaggiate

10 La maggior parte delle carriere svantaggiate

Pensi di essere stanco? Risulta che potrebbe essere peggio. Chiunque lavori come aiuto domiciliare o avvocato potrebbe essere ancora più stanco di te. Questo perché le due professioni erano considerate le occupazioni più svantaggiate dal sonno, con una media di circa sette ore di sonno a notte. Questa è un'ora in meno di sonno a notte che i medici raccomandano.

(Carriera)

In procinto di essere licenziato? 5 passaggi per salvare il tuo lavoro

In procinto di essere licenziato? 5 passaggi per salvare il tuo lavoro

Il tuo capo ti sta evitando. I tuoi colleghi vengono scelti per progetti speciali prima di te. La tua azienda ha assunto qualcuno di nuovo per assumere alcune delle tue mansioni lavorative. Senti che la tua squadra sta andando avanti senza di te. Che cosa succede? Anche se nessuno di questi scenari da soli non dice necessariamente guai, potrebbero essere un'indicazione che il tuo lavoro è in gioco.

(Carriera)