Le menzogne ​​si accumulano con i candidati


Le menzogne ​​si accumulano con i candidati

Nonostante sia uno dei più grandi errori che i cercatori di lavoro possono commettere quando cerca di ottenere un lavoro, il 56% dei responsabili delle assunzioni ha catturato un richiedente sdraiato nel proprio curriculum, secondo un nuovo studio di CareerBuilder.

La ricerca dimostra che non è solo una parte del loro curriculum dove i candidati scelgono di esagerare la verità. Oltre il 60 percento dei responsabili delle assunzioni intervistati ha catturato i cercatori di lavoro abbellendo le proprie competenze in curriculum, mentre il 54 percento ha ricevuto curriculum in cui i candidati hanno mentito sulle loro precedenti responsabilità.

Date di lavoro, titoli di lavoro e titoli accademici l'altro curriculum che i manager delle assunzioni hanno ricevuto.

Parte della loro logica dietro non essere completamente onesti potrebbe essere perché sanno quanto poco tempo debbano emergere agli occhi di chi legge i loro curriculum.

Lo studio ha rivelato che Il 70 percento dei datori di lavoro spende meno di cinque minuti per rivedere un curriculum e il 48 percento spende meno di due.

"I cercatori di lavoro hanno la non invidiabile sfida di afferrare e trattenere l'attenzione del gestore assoldante abbastanza a lungo da dare una forte impressione" Rosemary Haefner, responsabile delle risorse umane presso CareerBuilder, ha dichiarato in una nota. "Abbellire il tuo curriculum per raggiungere questo obiettivo, tuttavia, può alla fine ritorcersi contro."

Mentre i cercatori di lavoro possono essere inclini a cercare di rinforzare il loro curriculum nel tentativo di soddisfare tutti i requisiti di un annuncio di lavoro, non essere qualificato al 100% non è un patto per molti datori di lavoro. Oltre il 40% dei responsabili delle assunzioni intervistati considera i candidati che soddisfano solo tre delle cinque qualifiche chiave per un ruolo specifico.

"La maggior parte dei responsabili delle assunzioni è disposta a considerare candidati che non soddisfano il 100% delle qualifiche", ha detto Haefner. . "I cercatori di lavoro possono aumentare le loro possibilità di considerazione dimostrando successi passati che esemplificano la capacità di apprendere, entusiasmo e adeguatezza culturale".

Invece di cercare di venire fuori come il candidato perfetto in un curriculum, ci sono altri passi che i candidati possono prendere per entrare nel lato buono di un gestore assumente. Disegnare il tuo curriculum per il lavoro specifico che stai facendo è unidirezionale. Più del 60% degli intervistati ha dichiarato che i curricula personalizzati per la loro posizione aperta sono l'attributo principale che li porta a prestare più attenzione a un candidato.

Curriculum accompagnati da una lettera di accompagnamento, indirizzata al responsabile assumente o al reclutatore per nome, o includere un link al portfolio online, blog o sito web del richiedente sono le altre caratteristiche che più probabilmente convincono i responsabili delle assunzioni a dare un curriculum a un secondo sguardo.

Lo studio è stato basato su indagini di oltre 2.532 assunzioni e gestori risorse.


La condivisione della musica assume nuovi significati con la nuova app

La condivisione della musica assume nuovi significati con la nuova app

L'ubiquità degli auricolari ha trasformato l'ascolto per la musica in un'attività solista - ma la nuova tecnologia rende possibile ascoltare in gruppo senza mai rimuovere le cuffie. Mystream, un'applicazione per dispositivi mobili, che consente agli ascoltatori di condividere la propria musica con gli altri intorno a loro suonando una canzone attraverso tutti i loro dispositivi contemporaneamente, è stato lanciato all'inizio di quest'anno da Richard Zelson, un imprenditore di 24 anni che ha avuto l'idea di questa app di musica mobile mentre studiava all'estero in Europa diversi anni fa.

(Generale)

Vuoi un lavoro? Controlla il tuo profilo Facebook

Vuoi un lavoro? Controlla il tuo profilo Facebook

Il ruolo che il tuo profilo Facebook può svolgere nel determinare se hai ottenuto il lavoro o meno potrebbe essere più consistente di quanto pensi. Un nuovo studio LiveCareer.com ha rivelato che quasi la metà dei dirigenti afferma che è probabile che prendano una decisione di assunzione in base all'identità online di un potenziale dipendente o al profilo Facebook.

(Generale)