Tutti vogliono lavorare da casa ... Quindi perché non sono?


Tutti vogliono lavorare da casa ... Quindi perché non sono?

Dipendenti e datori di lavoro sono d'accordo sul fatto di lavorare da casa. Secondo un nuovo sondaggio, i capi e i loro dipendenti desiderano entrambi la capacità di lavorare da casa, ma sono divisi su quanto siano produttivi quando lo fanno. Questo perché, mentre il 55% dei lavoratori intervistati sentiva di essere più produttivi lavorando da casa, solo un quarto dei capi era d'accordo con questo sentimento.

Nonostante le loro riserve, il 42% dei padroni approva il passaggio a una forza lavoro più mobile, secondo il sondaggio Flexible Workspaces di Microsoft Canada, che ha intervistato 1249 capi e lavoratori canadesi.

Quando è stato chiesto loro perché finiscono di lavorare da casa, il 48% ha dichiarato di averlo fatto per finire il lavoro che non potevano completare in ufficio. Un altro 44% ha dichiarato di avere meno distrazioni a casa. Poco più di un terzo dei dipendenti (il 35%) ritiene che siano più produttivi a casa e lo stesso numero ritiene di avere un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata.

"Quello che un tempo ritenevamo l'ufficio tradizionale sta cambiando, "ha dichiarato James Nicholson, specialista dell'implementazione per Windows con Microsoft Canada. "Sempre più clienti, colleghi e partner tecnologici si trovano a dover effettuare chiamate di lavoro dalle sale d'attesa dell'aeroporto, a rivedere i documenti di lavoro mentre aspettano l'ufficio dentista o si siedono sul treno, o eseguono importanti commissioni personali durante la giornata lavorativa."

Mentre i lavoratori e i capi sono entrambi d'accordo nel loro desiderio di lavorare da casa, i capi sono più propensi dei loro impiegati a lavorare in luoghi pubblici. Sorprendentemente, quasi la metà dei capi intervistati ha riferito di aver lavorato durante la guida e il 29% ha ammesso di lavorare sui mezzi pubblici. Un quarto dei capi lavorava da un bar o un ristorante.

"Le organizzazioni che avranno successo in futuro sono quelle che rimuovono le barriere tra persone, posto di lavoro e tecnologia", ha detto Nicholson. "Quando offri ai tuoi dipendenti la possibilità di creare un ambiente di lavoro che faciliti la flessibilità con la tecnologia e le soluzioni che li aiutano a essere produttivi ovunque siano, ottieni il massimo dalla tua gente e al centro del loro stile di lavoro le persone si aspettano un aumento tecnologico capacità di stare al passo con loro - tutto dalla collaborazione in tempo reale con i colleghi alle videoconferenze e accesso sicuro ai loro file. "

Tuttavia, lavorare da casa è tutt'altro che perfetto, con quasi la metà di tutti i boss che lamentano l'incapacità di comunicare con i dipendenti di persona. Altre lamentele dei capi comprendevano la mancanza di attenzione quando si lavora a casa, la mancanza di responsabilità e la convinzione che i dipendenti non stessero facendo tanto lavoro a casa come potevano in ufficio.


Gli emoji hanno un posto nella comunicazione sul lavoro?

Gli emoji hanno un posto nella comunicazione sul lavoro?

Mentre si usano gli emoji nelle e-mail personali o nei messaggi di testo è una pratica comune per molte persone, il loro utilizzo nelle comunicazioni lavorative dovrebbe essere fatto con molta più parsimonia, nuove ricerche mostrano. In uno studio condotto dalla società di staff OfficeTeam, solo una piccola percentuale di capi ha affermato che utilizzare regolarmente le emoji nelle e-mail o nei messaggi di lavoro è una buona idea.

(Carriera)

10 Lavori che non sapevi bisogno di licenze

10 Lavori che non sapevi bisogno di licenze

Sai già che hai bisogno di una patente guidare un trattore-rimorchio, ma lo sapevi che quasi una occupazione su tre negli Stati Uniti ora ha bisogno di una licenza? Questo è il risultato di un gruppo chiamato l'Istituto per la giustizia (IJ), uno "studio legale libertario di interesse pubblico" senza fini di lucro, che lavora per combattere ciò che ritiene non necessari blocchi stradali per lavorare.

(Carriera)