Happy Hunting: come un sorriso può aiutarti a ottenere un lavoro


Happy Hunting: come un sorriso può aiutarti a ottenere un lavoro

Anche se è naturale sentirsi giù durante la ricerca di un lavoro dopo un licenziamento, un nuovo studio mostra quanto sia critico mantenere alto il morale.

La ricerca rivela che il mantenimento di una prospettiva più positiva e motivazionale può avere un effetto positivo sulla ricerca del lavoro.

Questo è particolarmente vero all'inizio della ricerca, ma la capacità di rimanere energizzati e tenere sotto controllo le emozioni negative è ancora di più critica come la caccia si trascina, la ricerca mostra.

Lo studio, che coinvolge 177 disoccupati in cerca di lavoro, ha condotto valutazioni settimanali di autogestione, stato di ricerca di lavoro e salute mentale. All'inizio dello studio, i partecipanti hanno trascorso in media 17 ore alla settimana alla ricerca di un lavoro e hanno riportato un graduale miglioramento della loro salute mentale. Al quarto mese, tuttavia, il tempo trascorso per la ricerca era diminuito a 14 ore settimanali e la salute mentale iniziò a diminuire.

"Questi risultati mostrano che le strategie di autogestione che le persone effettivamente utilizzano fanno la differenza fondamentale" ha detto la coautrice dello studio Ruth Kanfer, professore di psicologia alla Georgia Tech.

[10 Tipi di personalità probabilmente da assumere]

Una parte della difficoltà nel tenere alti gli spiriti durante una lunga ricerca di lavoro risiede nella generale mancanza di feedback

"Cercare un lavoro non è come imparare un'abilità, dove mantenere un atteggiamento positivo può essere più facile quando si vede un miglioramento con uno sforzo", ha detto Kanfer. A parte trovare un lavoro, ha detto, "non ottieni quasi nessun feedback su come stai o cosa potresti fare in modo diverso."

Per sostenere con successo la motivazione nel tempo, le persone devono diventare sempre più proattive, ha detto Kanfer.

Lei consiglia ai candidati di cercare un maggiore sostegno sociale e sviluppare routine quotidiane che possano fornire feedback positivi e supportare atteggiamenti positivi verso la ricerca.

Lo studio, che appare nell'attuale edizione dell'Academy of Management Journal, è stato condotto in collaborazione con ricercatori presso l'Università del Minnesota e l'Arizona State University.

Frank Godwin è uno scrittore freelance di affari e tecnologia con sede a Chicago che ha lavorato nelle relazioni pubbliche e ha trascorso 10 anni come giornalista. Puoi raggiungerlo a o seguirlo su Twitter @ mobbybusiness .


I lavoratori stressati dicono che queste due cose li infastidiscono di più

I lavoratori stressati dicono che queste due cose li infastidiscono di più

I lunghi spostamenti e gli stipendi bassi sono le due cause che causano più stress ai lavoratori. Per il quarto anno consecutivo, i piccoli assegni sono stati il ​​fattore di stress più elevato dei dipendenti, secondo il nuovo studio dell'Everest College, con il 13% degli adulti che classifica i salari bassi come l'aspetto più stressante del loro lavoro.

(Carriera)

I migliori lavori Perk? Nessun posto come a casa, i dipendenti dicono

I migliori lavori Perk? Nessun posto come a casa, i dipendenti dicono

Se avessero una scelta, i lavoratori statunitensi preferirebbero lavorare da casa piuttosto che scegliere le ore in cui lavorano, trova una nuova ricerca. Lo studio della Princeton University e dell'Università di Harvard ha rilevato che l'impiegato medio avrebbe pagato un taglio dell'8% se ciò significava che potevano lavorare a distanza.

(Carriera)