Errori da evitare quando si costruisce un marchio


Errori da evitare quando si costruisce un marchio

Non c'è formula speciale per costruire un marchio, ma questo non significa che non ci siano certe cose che le aziende possono fare per aiutare il processo. Secondo Washington, l'agenzia pubblicitaria DC Pappas Group, la costruzione di un marchio distintivo può essere semplice come evitare gli errori comuni che molte altre aziende commettono.

I 10 errori principali che le piccole imprese dovrebbero evitare quando si costruisce un marchio proviene dal gruppo Pappas esperienza di lavoro su campagne pubblicitarie con aziende come Rosetta Stone, DoubleTree Hotels, Volkswagen e Honest Tea. Includono:

[I marchi più accattivanti su Facebook]

  1. Definizione del loro marchio in modo troppo ristretto - "A volte le startup pensano che lanciare le loro aziende su una piattaforma di crowdsourcing e arruolare un talentuoso designer per renderle un logo interessante sia un modo adeguato per stabilire il proprio marchio, ma l'obiettivo di un marchio è molto più ampio: è la promessa che si fa ai clienti su ciò che possono aspettarsi in tutte le interazioni con le persone, i prodotti, i servizi e l'azienda. di cosa sia un marchio, è impossibile costruire un'esperienza autentica di cui i clienti desiderano far parte. "
  2. Cercare di essere tutto per tutti -" Una startup non dovrebbe cercare di attirare pubblico in generale. Invece, dovrebbero avere un punto di vista forte che affascini i primi utenti e gli influencer del loro target di riferimento.Ad esempio, Toms Shoes è stato davvero bravo a costruire un esercito di sostenitori del marchio fin da subito: sono stati in grado di farlo perché hanno creato un sperimentare che i consumatori di Gen X socialmente consapevoli, e di conseguenza i loro amici, volevano farne parte. "
  3. Cambiare il loro marchio per imitare il successo degli altri - " Le startup dovrebbero trovare ispirazione da altre aziende e usare il loro successo come un modello da coltivare, tuttavia, una delle cose peggiori che possono fare è adattarsi alle tendenze che non hanno rilevanza per il loro marchio. Il successo degli altri non deve essere considerato come un progetto di marca, perché ciò che funziona per una società non necessariamente lavorare per un altro. "
  4. Lasciare che cosa stanno facendo in questo momento definire il loro marchio - " Il marchio di una startup dovrebbe essere qualcosa che vivrà con loro per sempre e non cambierà nel tempo. il mezzo con il quale fanno la consegna sulla loro promessa, può evolversi ma la loro visione non dovrebbe mai smarrirsi. Un esempio di un'azienda che lo fa molto bene è Virgin. Virgin sta per "value for money, qualità, innovazione, divertimento e senso di sfida competitiva". Non importa in quale settore, che si tratti di viaggi, dispositivi mobili, lifestyle o intrattenimento, creano la stessa esperienza di marca per i loro clienti, ed è così da quando hanno iniziato come piccola azienda discografica nel 1970. "
  5. Branding in superficie - " I marchi devono essere costruiti dall'interno verso l'esterno. Le startup devono rendere l'impegno per il loro marchio in modo così profondo che permea l'intera organizzazione e dovrebbe essere naturale. Se si sente forzato o forzato, lo stanno facendo male. Southwest è un grande esempio. Il loro marchio è dedicato alla "massima qualità del servizio al cliente fornito con un senso di cordialità, cordialità, orgoglio individuale e spirito aziendale", e puoi aspettarlo da loro attraverso l'intera esperienza di viaggio, dalla prenotazione all'atterraggio. "
  6. Mancanza di una visione chiara di ciò che aspirano ad essere - " Una domanda che tutte le startup dovrebbero porsi è: 'cosa voglio essere da grande?' Le aspirazioni guidano le decisioni in modo organizzativo e aiutano a definire l'architettura del marchio. Se una startup non può immaginare dove vuole andare, non può prendere decisioni intelligenti per arrivarci. "
  7. Rompere la promessa del marchio - " Se le aziende non mantengono la promessa del marchio, i loro clienti possono e le ritengono responsabili. Caso in questione, il recente percorso dati Path. Nella loro dichiarazione di missione, Path promette che il social network "dovrebbe essere privato per impostazione predefinita. Per sempre. Dovresti sempre avere il controllo delle tue informazioni ed esperienze. ' Tuttavia, all'inizio di quest'anno sono stati estromessi dalla raccolta di informazioni di contatto dagli iPhone degli utenti senza consenso. Quindi, quando l'amministratore delegato di Path ha giustificato il comportamento come una "best practice del settore", i social network sono scoppiati con sdegno. Dopo il fatto, l'avvio si è scusato per l'errore e ha corretto l'errore, ma l'intero calvario avrebbe potuto essere evitato se la società avesse mantenuto la promessa del marchio. "
  8. Guardando al loro settore per aiutare a brandizzare la propria azienda - " È importante che le startup guardino ciò che fanno i loro concorrenti, ma solo in modo che possano differenziarsi. Una delle cose peggiori che può fare una startup è giocare sul sicuro o essere generico, non dovrebbero mai cercare di adattarsi a uno stampo basato su ciò che fanno tutti gli altri, invece le startup dovrebbero essere audaci per attirare l'attenzione dei consumatori e quindi mantenere la promessa del loro marchio I consumatori apprezzano l'individualità e avere un punto di vista le startup innalzano il loro marchio. "
  9. Dimenticando di coinvolgere i propri clienti -" Abbiamo lavorato con aziende affermate e nuove che pensano di "socializzare" perché hanno una presenza su Facebook e / o Twitter. Per essere veramente coinvolgenti, le startup devono creare una personalità per il proprio marchio, avviare conversazioni con i propri clienti e fare cose interessanti per il proprio target di riferimento. I consumatori vogliono che i loro marchi preferiti siano un'estensione naturale delle loro interessi personali. Quando non vedono il "me" nei marchi, non si relazionano ".
  10. Trascurando di investire nello sviluppo del marchio -" Non è realistico pensare che le startup abbiano un sacco di soldi da spendere in pubblicità e marketing . Ma sviluppare una storia del marchio e spingerlo fuori è due cose diverse. Le startup dovrebbero considerare la prima come una priorità, perché va oltre il semplice marketing: entra nelle vendite, nell'adozione dei dipendenti, nel processo decisionale e altro ancora. "


Essere amministratore delegato non tutto è crollare fino a essere

Essere amministratore delegato non tutto è crollare fino a essere

Per i lavoratori ambiziosi che sognano di diventare un amministratore delegato, dovrebbero sappi che potrebbe non essere tutto ciò che si aspettano che sia. Secondo un sondaggio di 83 amministratori delegati negli Stati Uniti, condotto dalla società di consulenza manageriale RHR International, essendo il capo portato con sé sentimenti di isolamento e requisiti di lavoro che variavano notevolmente dalle loro aspettative originali.

(Comando)

La creatività non è innovazione (ma hai bisogno di entrambi)

La creatività non è innovazione (ma hai bisogno di entrambi)

"Creatività" e "innovazione" sono due parole che vengono continuamente gettate in giro in sessioni di brainstorming, riunioni aziendali e dichiarazioni aziendali. Non c'è dubbio che questi valori siano molto apprezzati nel moderno ambiente di lavoro, ma i leader che usano i termini conoscono davvero la differenza tra loro?

(Comando)