Le migliori aziende per i veterani al lavoro


Le migliori aziende per i veterani al lavoro

Con più veterani che tornano a casa dall'impiego all'estero e in cerca di lavoro, un nuovo sondaggio mostra che potrebbero essere più felici lavorando per la Dell Corp.

Il gigante dei computer ha superato la seconda lista annuale di CareerBliss dei luoghi più felici dove lavorare per i veterani statunitensi, condotto in onore del mese nazionale di apprezzamento militare di maggio.

Con i primi cinque posti nell'elenco di aziende di computer o wireless, lo studio mostra che le aziende specializzate in tecnologia spesso offrono gli ambienti di lavoro più felici per chi ha un background militare.

Le classifiche sono state compilate sulla base di diversi fattori chiave che influenzano la felicità del lavoro, tra cui l'equilibrio tra lavoro e vita privata, la relazione con il proprio capo e lavoratori, ambiente di lavoro, risorse di lavoro, compensazione, opportunità di crescita, cultura aziendale, reputazione aziendale, attività quotidiane e controllo del lavoro svolto quotidianamente.

[Altri veterani Scegliere le carriere come imprenditori]

Le seguenti posizioni di Dell sono:

  • Sprint
  • 3M
  • Microsoft
  • Verizon Communications
  • Bank of America
  • General Dynamics
  • American Red Cross
  • Lockheed Martin
  • Intel

"Quando questi abili candidati lasciano l'esercito, è sempre incoraggiante sapere quali tipi di ambienti non solo valorizzano il loro background, ma aiutano anche a promuovere le abilità ricevute durante il loro tempo nel servizio" ha detto Heidi Golledge, chief happiness officer e co-fondatore di CareerBliss. "Queste società dovrebbero essere onorate di essere sulla nostra lista, perché questo dimostra davvero che sanno come fornire un ottimo posto di lavoro per una delle nostre risorse nazionali più preziose, i nostri veterani".

La ricerca era basata su decine di migliaia di posti di lavoro post che richiedono sia un background militare, sia le felici recensioni dei dipendenti di CareerBliss.

Frank Godwin è uno scrittore freelance e tecnologico con sede a Chicago che ha lavorato nelle relazioni pubbliche e ha trascorso 10 anni come giornalista. Puoi raggiungerlo a o seguirlo su Twitter @ mobbybusiness .


Gig Economy? La maggior parte dei lavoratori dice

Gig Economy? La maggior parte dei lavoratori dice "No grazie"

Nonostante la crescente popolarità della gig economy, la maggior parte dei lavoratori afferma di essere esitante a prendere lavoro con società on-demand che assumono appaltatori indipendenti piuttosto che impiegati a tempo pieno, secondo una nuova ricerca della rete di carriera Oltre. Lo studio ha rivelato che quasi il 70 per cento delle persone in cerca di lavoro ha dichiarato che non lavorerebbe a tutto per un'azienda on-demand, come Uber o TaskRabbit, o lo considererei solo in base alla loro situazione finanziaria in quel momento.

(Carriera)

Dream On: meno della metà degli adolescenti si aspetta un lavoro da sogno nel terreno

Dream On: meno della metà degli adolescenti si aspetta un lavoro da sogno nel terreno

Trovare il lavoro dei propri sogni può essere diventato un incubo per la maggior parte degli adolescenti. Secondo un nuovo sondaggio, il 43% degli adolescenti è molto fiducioso che un giorno terrà il lavoro dei propri sogni, in calo dal 65% quando il sondaggio è stato condotto l'ultima volta nel 2010.

(Carriera)