Perché Office Gossip non è una brutta cosa dopo tutto


Perché Office Gossip non è una brutta cosa dopo tutto

Le pettegolezzi ascoltate attraverso la vite dell'ufficio possono effettivamente avvantaggiare le organizzazioni più di quanto non facciano male, nuove ricerche hanno trovato. Questo perché, anche se quasi il 15% di tutte le e-mail potrebbe essere caratterizzato come gossip, la ricerca ha scoperto che le e-mail possedevano un importante scopo comunicativo all'interno dell'organizzazione.

Per arrivare a questi risultati, Eric Gilbert, assistente professore nella School of Interactive Computing al Georgia Institue of Technology, hanno esaminato 600.000 e-mail rilasciate all'indomani del crollo di Enron. Per la ricerca, i pettegolezzi erano definiti come messaggi contenenti informazioni su persone che non erano tra i destinatari dell'email.

"Il pettegolezzo subisce un brutto colpo", ha detto Gilbert, esperto di social computing che gestisce il Comp.Social Lab presso Georgia Tech . "Quando dici" gossip ", la maggior parte delle persone ha immediatamente un'interpretazione negativa, ma in realtà è una forma di comunicazione molto importante: anche piccole informazioni, come" Eric ha detto che sarebbe in ritardo per questo incontro ", aggiungono, dopo solo alcuni di questi messaggi, inizi a dare l'impressione che Eric sia una persona in ritardo: il gossip è in genere il modo in cui conosciamo ciò che sappiamo l'uno dell'altro e per questo studio l'abbiamo visto semplicemente come un mezzo per condividere le informazioni sociali. "

[La maggior parte dei messaggi di lavoro non è importante, i risultati dello studio]

Tanushree Mitra, un dottorato di ricerca. studente che ha lavorato con Gilbert nella ricerca, ha descritto l'importanza del gossip come andare oltre un mezzo per condividere informazioni.

"C'è una ricca letteratura in antropologia e sociologia sull'universalità e l'utilità del gossip tra i gruppi sociali umani", Mitra disse. "Un recente sondaggio di quella letteratura riassumeva i pettegolezzi come aventi quattro scopi principali: informazione, intrattenimento, intimità e influenza. Abbiamo trovato prove di tutte quelle categorie nelle e-mail Enron, relative sia ai rapporti di lavoro che personali."

Oltre la ricerca percentuale di email che potrebbero essere considerate gossip, Gilbert e Mitra hanno anche scoperto che tutti i livelli di un'organizzazione fanno pettegolezzo nelle e-mail. I ricercatori hanno scoperto che i dipendenti di alto livello avevano più probabilità di spettegolare nelle e-mail, seguiti da vicepresidenti e direttori. Sebbene l'esempio di Enron, il cui crollo finanziario lo abbia reso infame, possa sembrare diverso da altre società, Gilbert ha detto che le differenze percepite potrebbero non essere così pronunciate.

"Enron aveva certamente quella che si potrebbe definire una" cultura da cowboy ", ma Sospetto che il modo in cui si sono comportati internamente l'uno con l'altro non differiscono in modo significativo dalla maggior parte delle altre società ", ha detto Gilbert. "Sono rimasto un po 'sorpreso del fatto che si è rivelato quasi del 15 percento."

Questi risultati sono stati pubblicati nel documento "Have You Heard? How Gossip Flows Through Workplace Email".


Google e Chase offrono 3 milioni di dollari in sussidi per piccole imprese

Google e Chase offrono 3 milioni di dollari in sussidi per piccole imprese

Chase e Google stanno collaborando per aiutare le piccole imprese con le loro esigenze in termini di capitale e social. Questo mese, Chase ha lanciato Mission Main Street Grants, un programma che assegnerà borse da $ 250.000 a 12 piccole imprese negli Stati Uniti. Oltre ai vincitori, tutte le aziende che richiedono una sovvenzione e soddisfano i requisiti di idoneità, avranno accesso a un kit di strumenti di social media e riceveranno un'offerta pubblicitaria speciale da parte di Google.

(Generale)

Tebow sulla lista di testimonianze di celebrità

Tebow sulla lista di testimonianze di celebrità "più ambite"

Che cosa hanno in comune un magnate dei media, un cantante vincitore di un Grammy, una duchessa e un quarterback di riserva? Sono tutte tra le celebrità più ambite per le sponsorizzazioni, secondo la società di promozione The Marketing Arm e il loro indice Davie Brown. L'indice Davie Brown per gli approvazioni guarda all'influenza di una celebrità basata sulla capacità di influenzare gli acquisti decisioni dei consumatori.

(Generale)