Gen Y cerca equilibrio tra lavoro e vita privata


Gen Y cerca equilibrio tra lavoro e vita privata

I Millennial vogliono un sacco di cose al lavoro. Secondo un nuovo sondaggio, la maggior parte dei lavoratori della Generazione Y (persone tra i 20 ei 30 anni) non solo desidera che il proprio posto di lavoro sia divertente, ma vuole anche fare le proprie ore ed eventualmente diventare il proprio capo. Soprattutto, i millennial vogliono essere felici al lavoro, tanto che il 50 per cento dei lavoratori del Gen Y preferirebbe essere disoccupati e poi lavorare in un lavoro che odiano.

Con una stima di 40 milioni di millenari già nella forza lavoro, è

Lo studio MTV "No Collar Workers" dice sì, ma rivela anche che i lavoratori della Gen Y sono anche fraintesi. L'incomprensione più notevole per i millennial arriva riguardo alla fiducia che hanno nelle loro capacità e conoscenze. Secondo il sondaggio, il 92% dei millenari ritiene che la propria azienda sia fortunata ad averli come dipendenti e il 76% degli impiegati del Gen Y ritiene che il proprio capo possa imparare molto da loro.

"Ciò che potrebbe essere interpretato erroneamente come" autoimportanza " "è un sentimento più profondo di avere molte nuove idee e di voler contribuire, così come il desiderio di avere le loro capacità tecniche e il savvy sfruttato dai senior manager", ha dichiarato Nick Shore, vicepresidente senior delle intuizioni strategiche e della ricerca di MTV. post su MediaPost.

I Millennials desiderano anche feedback e riconoscimenti dai loro capi. Secondo il sondaggio, l'80 percento dei lavoratori della Gen Y vuole feedback e riconoscimenti regolari, mentre il 50 percento dei lavoratori desidera feedback almeno una volta alla settimana.

[10 tipi di personalità più facilmente da assumere]

I millennial sono anche intransigenti nella loro ricerca del lavoro dei loro sogni, con una maggioranza di lavoratori Gen Y che dicono di meritare di lavorare nel loro lavoro dei sogni. Per trovare il lavoro dei loro sogni, il 60 per cento dei lavoratori della Gen Y ha detto che cambierebbe lavoro entro cinque anni.

"Ciò che potrebbe essere interpretato erroneamente come 'carriera pignola' è un'espressione della necessità di connettersi profondamente al lavoro", ha detto Shore .

Altri risultati interessanti includono:

  • L'89% dei millenari vuole essere in grado di decidere come eseguire un progetto sul lavoro.
  • L'89% vuole imparare costantemente sul lavoro.
  • 88% desidera
  • L'85 percento pensa che la loro familiarità con la tecnologia li renda un lavoratore più veloce.
  • Il 79 percento vuole essere in grado di indossare jeans a lavoro a volte.

"Indipendentemente dal fatto che ti spinga verso la generazionale fan o critico, è chiaro che i millennial sono destinati ad essere una forza altamente trasformativa sul posto di lavoro ", ha detto Shore. "I seguenti risultati dello studio di MTV possono aiutare le aziende a creare un ambiente in cui prosperano i millennial, e quindi il loro potere può essere sfruttato in un vero vantaggio competitivo.

Le informazioni contenute in questo sondaggio si basavano sulle risposte di 509 millenni.


Una corretta comunicazione sul posto di lavoro nell'era della chat e del testo

Una corretta comunicazione sul posto di lavoro nell'era della chat e del testo

Gli strumenti di comunicazione hanno fatto passi da gigante negli ultimi 20 anni. Siamo passati da telefonate e fax a e-mail e testo. Con quei cambiamenti arrivò un nuovo linguaggio e nuove regole per l'etichetta della comunicazione professionale. Gli esperti consigliavano di eliminare l'umorismo dalle e-mail per evitare interpretazioni errate e gli argomenti seguiti sull'uso dei saluti e delle firme nelle risposte e in avanti, per non parlare della battaglia sulle citazioni personali nei blocchi delle firme.

(Carriera)

Troppi lavori? Quando Job Hopping fa male al tuo curriculum

Troppi lavori? Quando Job Hopping fa male al tuo curriculum

Avere un'ampia varietà di datori di lavoro può far sembrare i lavoratori a tutto tondo, ma troppo commoventi in giro possono anche farli sembrare meno desiderabili, mostra una nuova ricerca. Secondo lo studio, condotto dalla società di staff Robert Half, i responsabili delle risorse umane hanno affermato che avere una media di cinque o più cambiamenti di lavoro in 10 anni può farli preoccupare che un dipendente sia un tipo di lavoro.

(Carriera)