BYOD dei lavoratori: una spada a doppio taglio per i datori di lavoro


BYOD dei lavoratori: una spada a doppio taglio per i datori di lavoro

Con la popolarità di Bring Your Own Device (BYOD) che continua a crescere nel mondo del lavoro, i professionisti della tecnologia dell'informazione (IT) sono divisi sulla tendenza. Quasi la metà degli intervistati in una recente indagine di professionisti IT ha considerato il BYOD importante per la propria organizzazione, ma un intervistato su cinque ha definito il BYOD un rischio per la propria attività. Un ulteriore 26 percento dei professionisti IT ha affermato che la propria organizzazione non consente ai dipendenti di utilizzare dispositivi personali per completare le attività lavorative.

Trovare un equilibrio tra vantaggi e rischi del BYOD è una sfida per i professionisti IT. Secondo il sondaggio, metà dei professionisti IT pensava che consentire ai dipendenti di utilizzare dispositivi personali per scopi lavorativi fosse un aiuto alla produttività dei dipendenti. Solo meno dell'8% degli intervistati ritiene che questi dispositivi siano dannosi per la produttività. Nonostante gli aumenti della produttività, quasi i tre quarti dei professionisti IT hanno anche affermato che il BYOD rappresentava una minaccia per la sicurezza della propria organizzazione.

"Il supporto dei dipendenti per la consumerizzazione dell'IT è in pieno svolgimento, indipendentemente dal fatto che i business leader siano pronti ad ammetterlo o no ", ha dichiarato Orlando Scott-Cowley, senior product marketing manager del principale fornitore di servizi basati su cloud per Microsoft Exchange e Office 365, Mimecast. "Questi risultati mostrano un enorme divario tra il sentiment dei dipendenti e ciò che l'azienda è realmente disposta a supportare quando si tratta di dispositivi personali. Le aziende del tempo consentono pienamente la produttività dei dipendenti non solo supportando la gamma di dispositivi mobili e tablet, ma anche fornendo le soluzioni che garantiscono la sicurezza dei dati aziendali. "

[5 modi per proteggere la tua azienda dai dispositivi dei dipendenti]

Poiché il BYOD porta con sé vantaggi e sfide per un'organizzazione, il sondaggio di 500 professionisti IT ha avuto questi suggerimenti per aziende da seguire in merito alla tendenza:

  • Fornire un supporto completo - Secondo il sondaggio, i lavoratori troveranno un modo per utilizzare i propri dispositivi personali al lavoro e per scopi lavorativi. Evitare un problema associato a questo può essere semplice come fare in modo che le organizzazioni supportino molte piattaforme in un ambiente sicuro.
  • Focus sui dati - Le politiche IT devono concentrarsi sulla fornitura di soluzioni che consentano ai dipendenti di accedere in sicurezza ai dati per scopi aziendali .
  • Abilita produttività - Le organizzazioni possono ridurre al minimo il rischio identificando i programmi e le applicazioni che i dipendenti utilizzano maggiormente e fornendo supporto specifico per queste applicazioni.

Le informazioni del sondaggio si basavano sulle risposte di 500 professionisti IT che sono stati intervistati alla conferenza DevConnections del 2012 a Las Vegas.


Back to My Roots: Come ho rilanciato il business dei miei genitori e ho battuto la recessione

Back to My Roots: Come ho rilanciato il business dei miei genitori e ho battuto la recessione

Avevo 16 anni quando il mio viaggio imprenditoriale iniziò nel 1980. Quell'anno, i miei genitori aprirono un centro per l'infanzia indipendente chiamato The Learning Experience a Boca Raton, in Florida. Cominciai a lavorare lì come bidello, lavando pavimenti, lavando lavagne e assicurandomi che le porte fossero chiuse a chiave durante la notte.

(Attività commerciale)

Continua a nuotare: come navigare nei mari dell'imprenditoria

Continua a nuotare: come navigare nei mari dell'imprenditoria

Come imprenditore da una vita, essere intrappolato in un'azienda sotto più capi non mi ha mai interessato. Sono sempre stato appassionato di imprenditorialità. Da bambino vendetti monete e perline false ai miei vicini. Come studente universitario, ho collegato gli acquirenti con aste di rivenditori di auto su Internet.

(Attività commerciale)