Fai ciò che ami: Top Computer Scientist di Notre Dame


Fai ciò che ami: Top Computer Scientist di Notre Dame

Come capo del computer di Notre Dame e il dipartimento di ingegneria, penseresti che Kevin Bowyer sarebbe stato consumato dalla tecnologia. Ultimamente, però, ha studiato molto biologia. Questo perché la sua attuale ricerca si concentra su come il riconoscimento dell'occhio basato sull'iride per scopi identitari possa essere migliorato.

"Ciò ha portato alla necessità di comprendere un sacco di biologia dell'occhio", ha detto Bowyer. Nello specifico, sta cercando di determinare come si deforma il tessuto dell'iride quando la pupilla dell'occhio si dilata, come l'iride cambia nel tempo e come indossare le lenti a contatto colpisce una foto dell'iride.

Per Bowyer, che sovrintende più di 200 studenti e personale a Il campus di Notre Dame nell'Indiana, studiando l'occhio, gli consente di colmare il divario tra due discipline disparate ed esplorare il confine in cui si incontrano l'informatica e la biologia. Bowyer, che è a Notre Dame dal 2001, ha detto che non pensava che sarebbe finito in questa particolare carriera, ma il destino è intervenuto e, alla fine, è contento di averlo fatto.

MobbyBusiness: Cosa fare

Kevin Bowyer: Sono il presidente del dipartimento di informatica e ingegneria dell'Università di Notre Dame. Una parte del mio lavoro è l'insegnamento in classe, in parte lavoro uno a uno con laureandi e studenti laureati in progetti di ricerca, in parte pubblichiamo i risultati della nostra ricerca, in parte si finanziano progetti di ricerca e parte guida le attività del nostro dipartimento (gestione dei budget, assunzione e licenziamento di facoltà, ecc.). Mentre ci penso ora, la varietà di attività nel lavoro è uno dei motivi per cui mi piace.

MB: Come sei finito a fare questo per vivere?

KB: I ho conseguito il dottorato in informatica dalla Duke University. Poi sono stato alla facoltà del Duca, all'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia (a Zurigo) e all'Università della Florida del Sud (a Tampa, in Florida). Ero davvero felice del mio lavoro come membro di facoltà all'Università della Florida del Sud, ma un amico mi ha convinto a visitare l'Università di Notre Dame, e mi hanno fatto una di quelle offerte che non puoi rifiutare di venire a fare il presidente del dipartimento.

Come ho detto, ero abbastanza felice del lavoro che avevo. Ma sono rimasto molto impressionato dal campus durante la mia visita a Notre Dame ... e il decano che mi ha intervistato si è sinceramente dedicato a migliorare la qualità dei programmi nel dipartimento. Quindi, anche se non era una posizione che stavo cercando, era un'opportunità che non potevo lasciar perdere.

MB: Qual è stata la decisione cruciale che hai preso che ti ha portato a questo posto nella vita ?

KB: Penso che ci sia stata più di una decisione cruciale. C'è stata la decisione di andare avanti per un dottorato di ricerca. piuttosto che iniziare a lavorare con un diploma di laurea. Sono stato il primo nella mia famiglia ad andare alla scuola di specializzazione, quindi non è stata una decisione prevista o automatica. Poi c'è stata la decisione di andare alla scuola di specializzazione in informatica presso il Duca, piuttosto che in qualche altro argomento o in qualche altra scuola. Penso che questo sia importante perché l'esperienza in un'università privata come Duke ti prepara per un'altra università privata come Notre Dame. Entrambi sono molto diversi rispetto, ad esempio, all'Università del sud della Florida. Poi c'è stata la decisione di andare alla visita di intervista a Notre Dame. Una volta che sono andato sul colloquio, era più o meno automatico che avrei accettato l'offerta se l'avessi presa. Ma prima di andare, ricordo di aver pensato di cancellare l'intervista perché non pensavo che ci fossero molte possibilità che mi piacerebbe Notre Dame.

MB: Che cosa volevi essere quando sei cresciuto?

KB: Non riesco a ricordare di avere il mio cuore impostato in modo serio su un lavoro specifico quando ero un bambino. Probabilmente ho avuto una fase di voler essere un poliziotto, un'altra fase di pompiere e forse una sorta di fase paleontologica. (I dinosauri erano una cosa, lo sai.)

MB: Perché ami il tuo lavoro?

KB: Amo il mio lavoro perché lavoro con persone molto brillanti e creative provenienti da tutto il mondo, perché riesco a risolvere problemi che non sono " Sono stati risolti prima e ho imparato cose che prima non erano conosciute. Perché ho una grande libertà nello scegliere su quali problemi di ricerca lavorare, perché il campus di Notre Dame è un luogo fisicamente bello e stimolante e perché mi piace il ritmo della vita accademica. Nuovi studenti arrivano ogni autunno, un gruppo si laurea ogni primavera, l'estate ha un ritmo più lento; è come le stagioni dell'anno

MB:. Qual è il più grande equivoco del tuo lavoro

K.B:?. Questo non è il mio lavoro personale, quanto sui processi di facoltà, in generale. C'è uno stereotipo comune sui membri della facoltà, che i bravi ricercatori non sono bravi nell'insegnare e che i buoni insegnanti non sono bravi nella ricerca. La mia esperienza come presidente di reparto è che spesso una persona è eccellente sia nell'insegnamento che nella ricerca; l'impegno per l'eccellenza si rovescia sopra da qualsiasi possa essere il loro lato più forte per fare l'altro lato altrettanto eccellenti.

Un equivoco del mio lavoro è che la gente spesso per scontato che se io sono una sedia reparto e avere una posizione di nome professore alla Notre Dame, allora devo essere cattolico. Mentre naturalmente a Notre Dame ci sono molte facoltà cattoliche, non lo sono.

MB: Se non hai fatto il tuo lavoro, di chi ti piacerebbe avere il lavoro e perché?

KB: Questa potrebbe essere la più dura di queste domande. Potrei voler essere un direttore di ricerca in un'azienda come IBM o Amazon, perché sarebbe interessante vedere come una società si avvicini alla ricerca in modo diverso rispetto a un'università. O potrei voglio essere responsabile del programma ID univoco dell'India (Aadhaar), perché l'obiettivo del programma è quello di utilizzare la tecnologia biometrica per trasformare il tessuto sociale del secondo paese più popoloso del mondo

MB:. Qual è il tuo miglior consiglio per le altre persone che stanno cercando di trovare un lavoro che amano?

KB: Fai qualcosa che ti piace fare; non scegliere qualcosa perché è popolare oggi, o perché è stato il lavoro più importante in alcuni sondaggi in alcune riviste; se non è adatto per la tua personalità e le tue abilità, non è la cosa da scegliere.

Fai qualcosa su cui puoi eccellere. È un vecchio detto banale: l'eccellenza è la sua stessa ricompensa. Ma è facile godersi qualcosa in cui sei bravo e difficile goderti qualcosa a cui stai semplicemente bene. E se sei uno dei migliori in quello che fai, le persone ti porteranno interessanti opportunità.

Non aver paura di guardare a nuove opportunità. Alcune persone rimangono in un posto di lavoro o in una società per tutta la loro carriera. È sicuro e meno stressante, per evitare il cambiamento. Ma la crescita personale richiede alcune sfide e alcuni cambiamenti. A lungo termine, il valore della crescita personale supera il valore di evitare lo stress / il cambiamento.

Jeanette Mulvey ha scritto sul business per più di 20 anni. Conosci qualcuno che ama quello che fanno? Tweet me @ jeanettebnd con l'hashtag #dowhatyoulove.


Usa i tuoi sensi per creare annunci più efficaci

Usa i tuoi sensi per creare annunci più efficaci

Gli inserzionisti hanno da tempo cercato di attingere ai sensi dei consumatori per vendere i loro prodotti e servizi. Una nuova ricerca, tuttavia, mostra che i sensi specifici che cercano di attirare per avere effetti diversi su quando gli acquisti sono effettivamente fatti. Lo studio, che è stato recentemente pubblicato sul Journal of Consumer Research, ha scoperto che le pubblicità che evidenziano il tatto e il gusto spingere le persone a fare acquisti più immediati, mentre evidenziare vista e suono porta i consumatori a ritardare la loro spesa.

(Attività commerciale)

Lista di controllo della tecnologia SMB di Capodanno

Lista di controllo della tecnologia SMB di Capodanno

Hai chiuso con successo il 2017. Risoluzioni sono state fatte, e si potrebbe aver sollevato un brindisi speranzoso per un nuovo inizio nel nuovo anno. Ora che lo stress delle vacanze è finito e i coriandoli celebrativi sono stati spazzati via, è tempo di occuparsi di alcuni compiti legati alla tecnologia in modo da avere un chiaro percorso verso un 2018 di successo.

(Attività commerciale)