Influence Marketing: come ottenere referenze da "In Crowd"


Influence Marketing: come ottenere referenze da

Qual è il modo più efficace per convincere le persone ad acquistare un prodotto? Per avere qualcuno di cui si fidi, digli loro cose positive. Che si tratti di marketing low-tech o high-tech, il passaparola può essere anche il migliore amico di un marketer.

"Il marketing di riferimento è la più antica forma di pubblicità e probabilmente il più conveniente e redditizio, dal momento che fornisce raccomandazioni obiettive da fonti fidate come amici, familiari e colleghi ", ha affermato Shawn Fergus, vicepresidente del marketing presso la società di software di marketing Ambassador.

I marketer che vogliono portare i referral al livello successivo raggiungono spesso agli influencer - celebrità e altre persone con grandi pubblici seguiti - per aumentare la consapevolezza e le vendite, sia attraverso i social media, siti di recensioni o testimonianze video. Ecco cosa le aziende devono sapere sull'influsso del marketing come parte della loro strategia del passaparola.

Ricordati di tornare a scuola quando uno dei ragazzi popolari è arrivato con un nuovo zaino o paio di scarpe da ginnastica, e presto, tutti in classe avevano gli stessi? Il marketing dell'influenza funziona allo stesso modo. Quando i consumatori vedono qualcuno che ammirano parlare e utilizzano un prodotto, sono più propensi a volerlo controllare.

"L'influenza sul marketing è emersa come una forma estremamente conveniente che genera ulteriori vantaggi, come la buona volontà del cliente, maggiore memoria e disponibilità a spendere ", ha dichiarato Guy Poreh, Chief Marketing Officer di HyPR, un marketplace programmatico per il marketing dei social media influencer. "Se in passato, avere un portavoce di celebrità era un'opzione riservata a grandi e ricche aziende, sta diventando sia conveniente che una necessità per assicurarsi che gli influencer di nicchia nel tuo spazio supportassero il tuo marchio."

Anche se i social media hanno certamente fatto influenza il marketing più diffuso, non è affatto un nuovo concetto. I marketer hanno arruolato persone influenti per aiutare a vendere i loro prodotti e servizi per più di un secolo. Già nel 1875, i marketer distribuivano le carte collezionabili di celebrità e atleti che contenevano immagini e descrizioni dei prodotti che stavano commercializzando, ha dichiarato Paul Johnson, fondatore e CEO del sito web di social deals Snagshout.

"Con la crescita dei moderni social network e le piattaforme di pubblicazione online, il numero di potenziali influenzatori è aumentato drasticamente ", ha detto Johnson.

Poreh ha accettato e ha affermato che i social media hanno aumentato la portata del marketing di riferimento. Il passaparola ora può raggiungere un pubblico molto più vasto e impegnato che mai, grazie alle varie piattaforme sociali là fuori, ha detto.

Uno dei motivi principali per cui Il marketing di influencer è così efficace che i consumatori si fidano delle persone che seguono, ha detto Johnson. Pertanto, è importante consentire agli influencer di condividere le loro opinioni oneste sui prodotti che stanno commercializzando, al fine di mantenere la fiducia del pubblico.

"È comprensibile che i marketer vorrebbero provare a guidare la conversazione sui loro prodotti, ma più più naturale e reale è la conversazione, più i consumatori risuoneranno con il messaggio ", ha detto Johnson Mobby Business. "Quello che non vuoi fare è trasformare la tua rete di influencer in cartelloni pubblicitari che condividono qualsiasi messaggio aziendale che ti viene dato."

"L'autenticità è significativa", ha aggiunto Poreh. "I clienti devono sentirsi in grado di avere una vera conversazione con un marchio".

Poreh ha anche osservato che le regole di marketing di base devono ancora essere applicate, anche quando si lavora con qualcuno noto.

"Il targeting è la chiave ", Ha detto Poreh. "Non investiresti mai in nessuna spesa pubblicitaria senza assicurarti di raggiungere i tuoi dati demografici target. Comprendi il pubblico di ciascun influencer e quanto bene quel pubblico si adatta al tuo brand."

Infine, Johnson ha ricordato alle aziende che è importante seguire le linee guida della Federal Communication Commission. Se gli influenzatori stanno esaminando un prodotto che è stato dato loro gratuitamente o se sono stati pagati, devono rivelarlo. Altrimenti, la compagnia e l'influencer potrebbero essere esaminati per pratiche ingannevoli, ha detto.

Per trasformare un influencer - o qualsiasi altro cliente - in un ambasciatore del marchio, è necessario prima un referral forte Strategia di marketing integrata nel piano di marketing generale.

"Devi rendere facile per gli ambasciatori del tuo brand condividere le loro esperienze positive il più possibile", ha affermato Fergus. "È anche importante che chiedi loro di farlo, altrimenti il ​​tuo programma non avrà mai successo come potrebbe essere. Anche se i tuoi clienti amano il tuo prodotto, alcuni potrebbero non sapere come diventare un ambasciatore del marchio, o semplicemente [può] Non pensarci. "

Fornire un incentivo incoraggerà le persone a condividere con le loro reti, ha detto Fergus. Si consiglia di fornire un compenso monetario per individui molto noti e altamente influenti, ma per il cliente medio, sconti, punti premio o coupon possono motivarli a diventare ambasciatori del marchio.

"[Rinveglio] referenze ai clienti ... non solo aumenta fedeltà alla marca, ma offre anche ai clienti un ulteriore incentivo per condividere le loro esperienze positive e aiutarti ad aumentare le entrate ", ha detto Fergus. "L'utilizzo di una piattaforma di marketing di riferimento rende più facile ricompensare gli ambasciatori del marchio e anche tracciare, analizzare e ottimizzare i risultati per massimizzare il ritorno sull'investimento."

Ma un incentivo una tantum non manterrà i clienti a tornare e diffondersi la parola sulla tua attività. Ken Sims, CEO di Reach150, fornitore di soluzioni per la gestione dei referral, ha affermato che i migliori referral provengono da relazioni a lungo termine.

"Ciò significa che dopo una transazione, continui a fornire valore al tuo cliente", ha affermato Sims. "Questo potrebbe includere fornire informazioni preziose o fare riferimento a un altro fornitore di servizi complementari.Il continuo impegno ti assicura non solo di essere il massimo per quel singolo individuo, ma ti permette di chiedere ai clienti passati di referral."

Soprattutto, i marketer devono ricordare che qualsiasi La campagna del passaparola inizia con un ottimo prodotto e un ottimo servizio clienti.

"Può sembrare cliché, ma vendere un ottimo prodotto o servizio è il modo migliore per trasformare i clienti in ambasciatori del marchio", ha detto Johnson. "Molte persone amano provare cose nuove, amano essere rispettate e sentirsi importanti, se si desidera trasformare i clienti in ambasciatori del marchio, è importante far loro sapere quanto sono importanti. È imperativo dare loro una piattaforma in cui sentono la loro l'opinione non è sempre sufficiente. "

" Se hai fornito un valore costante alle persone e vedono che stai andando bene, sarai sorpreso di quanto saranno disposti ad aiutarti ", ha aggiunto Sims.


Surface Pro 3 vs. iPad Air: che è meglio per le aziende?

Surface Pro 3 vs. iPad Air: che è meglio per le aziende?

Il tablet Surface Pro 3 di Microsoft è più grande, più veloce e per molti versi più versatile dell'iPad Air di Apple, quindi è la migliore agenda di lavoro? La risposta dipende davvero dalle tue esigenze e dal tuo budget. La nuova superficie racchiude un enorme display da 12 pollici e uno stilo comodo.

(Attività commerciale)

Gli acquirenti preferiscono ancora in negozio per lo shopping online

Gli acquirenti preferiscono ancora in negozio per lo shopping online

Anche se lo shopping online può essere più conveniente, gli acquirenti preferiscono ancora effettuare i propri acquisti all'interno di un negozio reale, rileva una nuova ricerca. Quasi il 40% dei consumatori effettua acquisti all'interno di un negozio fisico almeno una volta alla settimana, rispetto ai soli 27 Percentuali che fanno lo stesso online, secondo il sondaggio annuale dei consumatori di PwC.

(Attività commerciale)